Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Antonello Salis chiude la rassegna jazz

Con il progetto originale “The man of the long canes”, si chiude oggi, domenica 9 settembre, la trentatreesima edizione di “Ai confini tra Sardegna e jazz” una maratona, svoltasi principalmente in...

Con il progetto originale “The man of the long canes”, si chiude oggi, domenica 9 settembre, la trentatreesima edizione di “Ai confini tra Sardegna e jazz” una maratona, svoltasi principalmente in Piazza del Nuraghe a Sant’Anna Arresi, con star del jazz internazionale. L’ultimo dei diciannove appuntamenti si svolge, a partire dalle 21, nella Chiesa romanica di San Giovanni Suergiu, in località Palmas Vecchio. Di scena un quartetto costruito ad hoc, composto da Antonello Salis (nella foto) al pianoforte e alla fisarmonica, Sandro Satta al sassofono, Bruce Ditmas alla batteria, e Paolo Damiani al violoncello, per omaggiare la figura del suonatore di launeddas Carlo Mariani. Prematuramente scomparso, il musicista romano, divenne un virtuoso dello strumento sardo fra i più antichi del mediterraneo. (a.mu.)