Laura Pausini e Antonacci: due fratelli in live a Cagliari

Concerto il primo agosto dopo le delusioni per le date cancellate negli anni scorsi Lo spettacolo sarà il gran finale del tour negli stadi di numerose città italiane

MILANO. Finalmente i tantissimi fan sardi potranno godersi nell’isola il concerto di Laura Pausini che salirà sul palco con un comprimario di Lusso: Biagio Antonacci. Dopo le tante attese e delusioni degli anni scorsi – con date cancellate per problemi tecnici – la cantante romagnola sarà il primo agosto alla Fiera di Cagliari. Laura Pausini e Biagio Antonacci uniscono le forze per un tour estivo nelle più grandi arene all’aperto d’Italia, a partire dal San Nicola di Bari il 26 giugno e avrà il suo grande finale proprio a Cagliari. I due artisti l’hanno annunciato ieri a Milano, presentando le tappe che li porteranno anche a Roma (29/6), Milano (4/7), Firenze (8/7), Bologna (12/7), Torino (17/7), Padova (20/7), Pescara (23/7) e Messina (27/7). Una tournée per cementare un rapporto di amicizia e di lavoro che risale negli anni e si è recentemente rinsaldato con il singolo “Il coraggio di andare”.



Il tour non nasce da un bisogno commerciale: «Quando si ha una storia, non si teme la concorrenza – dice Antonacci –. È normale che nel pop ci sia del ricambio generazionale, anche noi siamo stati parte di un ricambio. Ma oggi facciamo cose più grandi di prima, e ci permettiamo un tour negli stadi senza un disco di inediti». «Non c’è stato niente di marketing – ribadisce Pausini–. È un desiderio di tornare alle origini, quasi ai pianobar: siamo due amici che vanno a cantare insieme per le persone che ci hanno portato qua sopra». Un’amicizia che risale al Festival di Sanremo del 1993, il primo da “big” di Antonacci e il primo, trionfale, da “nuova proposta” per Pausini:

«Le mandai un telegramma per dirle che era la migliore», ricorda Antonacci. «Tra di noi c’è un’unione quasi fraterna – aggiunge Pausini –. Non abbiamo bisogno di spiegarci, lui c’è quando vinco o quando perdo, e questa cosa mi fa sentire protetta». Il senso di intesa dovrebbe vedersi anche sul palco, che i due divideranno per tutta la durata degli show e sul quale si scambieranno repertori, tra brani scritti da uno per l’altra, come “Tra te e il mare”, “Vivimi”o “Lato destro del cuore”, e chicche di Antonacci adorate dalla romagnola come “Sei”, “Se tornerai” o “L’amore comporta”. «Sarà uno spettacolo pieno di gioia e di vita – dice Antonacci –. Restituire sarà la parola d’ordine».

Il tour, nelle speranze degli artisti, potrebbe avere anche un’espansione in America Latina, dove Pausini è una star, reduce com’è dal suo quarto Latin Grammy: «Quando hanno detto il mio nome mi sono sentita la bandiera tricolore addosso: in questi ultimi anni sono diventata più fragile, sento bisogno di protezione e carezze, e ne ricevo molte dal pubblico, non sempre da chi lavora intorno a me». Il 7 dicembre Laura Pausini pubblicherà inoltre l’edizione speciale del suo ultimo disco “Fatti sentire ancora”, contenente il duetto con Antonacci, il Dvd del concerto di luglio al Circo Massimo e un libro-magazine di 100 pagine scritto dalla cantante con immagini dietro le quinte in studio e in tour: «Quando avevo iniziato a scrivere il disco avevo già chiesto una rivista, perché a Miami ne avevo visto una simile fatta da una collega. Non racconta la parte tecnica ma cosa è successo mentre scrivevo e realizzavo le canzoni, mentre le portavo in giro: un racconto, insomma».
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro