Mostre 2019, da Leonardo a Giorgio De Chirico

Dedicata al genio di Vinci la grande rassegna dal 9 febbraio al 12 maggio a Torino a Palazzo Cavour 

ROMA. È senza dubbio Leonardo da Vinci il simbolo del 2019, anno in cui si celebrano i 500 anni dalla sua morte, con tanti appuntamenti dedicati al suo genio indiscusso. Ma non solo, perché sono tanti quest’anno gli artisti protagonisti di mostre da non perdere, che faranno viaggiare il pubblico lungo i secoli attraverso pittura, fotografia, scultura, disegni. «Leonardo da Vinci. Tesori nascosti» è il titolo della grande mostra in programma dal 9 febbraio al 12 maggio a Torino a Palazzo Cavour, che presenta la più importante raccolta di opere pittoriche mai organizzata a Torino. La mostra permette di comprendere la complessità della pittura di Leonardo e di ammirare capolavori come la Maddalena discinta.

Da Pasolini al Monte dei Cocci a Roma e Anna Magnani con il figlio sulla spiaggia del Circeo a Sofia Loren che scherza con Marcello Mastroianni negli studi di Cinecittà: sono alcuni dei personaggi ritratti nel corso della carriera dal fotografo Paolo Di Paolo, a cui il Maxxi di Roma dedica una grande mostra dal 21 marzo. Seguono due omaggi al femminile, a Paola Pivi che dal 4 aprile presenta al Maxxi un progetto site-specific e a Maria Lai (dal 26 giugno), intitolato «Tenendo per mano il sole».

Il nostro Paese tra l’unificazione e la grande guerra: è il racconto della mostra «Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini», dal 9 febbraio al 16 giugno ai Musei San Domenico di Forlì. Esposti i lavori di artisti del calibro di Hayez, Morbelli, Previati, De Nittis, Pellizza da Volpedo, Segantini, Boccioni, Balla, in un percorso che mescola la pittura ad architettura, scultura, illustrazione e arti decorative.

Con la mostra «Giorgio de Chirico. Il volto della metafisica» Palazzo Ducale di Genova celebra l’artista esattamente 100 anni dopo il 1919, anno per lui importante dal punto di vista professionale e personale. Allestita dal 29 marzo al 7 luglio, l’esposizione presenta una selezione di opere del primo periodo, quello metafisico (1910-1918), del 1919 (l’anno del cosiddetto volteface) e del periodo post bellico.

Il mese di marzo agli Uffizi sarà dedicato alle donne, con due
mostre allestite in contemporanea: «Lessico femminile», che presenta opere che rivelano il ruolo di contadine, operaie, imprenditrici, artiste e scrittrici tra ’800 e ’900, e la personale di Kiki Smith, che documenta la sua figura centrale nell’arte e nella cultura femminista di oggi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller