Vai alla pagina su la mia isola
Il cognome: Carta, diffuso in tutta l’isola. Alle origini c’è forse la professione di scrivano

Il cognome: Carta, diffuso in tutta l’isola. Alle origini c’è forse la professione di scrivano

Il cognome Carta è il 6° tra quelli più diffusi in Sardegna. Supera le 3.000 famiglie con una frequenza costante in quasi tutte le province. Ha l’epicentro a Sassari (269) seguito a ruota da Cagliari...

Il cognome Carta è il 6° tra quelli più diffusi in Sardegna. Supera le 3.000 famiglie con una frequenza costante in quasi tutte le province. Ha l’epicentro a Sassari (269) seguito a ruota da Cagliari (253) e poi da Olbia (121), Oristano (92), Nuoro (87), Quartu S. Elena (84), Iglesias (55), Carbonia (52), Arzachena e Tempio (50). Tra i centri minori spicca il caso di Abbasanta dove Carta rappresenta il 1° cognome mentre con riguardo alle province è 4° in quella di Nuoro e in Gallura. A proposito di quest’ultima regione storica, il cognome in questione vi è documentato, ad Aggius e Berchidda, con la variante Calta. Su un piano più generale risulta aleatorio stabilire quanti siano i Carta di origine sarda residenti nelle altre regioni italiane. Questo cognome, infatti, sebbene con numeri assai inferiori a quelli della Sardegna, è presente pure in Sicilia da dove si è diffuso nel Lazio e nelle regioni del Nord nelle quali si confonde col più frequente omografo sardo. È documentato dal 1100 nell’antico Regno di Logudoro (condaghi di S. Pietro di Silki, di S. Leonardo di Bosove e di S. Michele di Salvennor). Nel 1353 è attestato ad Alghero e nel 1388 a Bitti, Bosa, Bottidda, Lodine, Meana, Neoneli, Nuoro, Olbia, Olzai, Orune, Paulilatino, Posada, Semestene, Seneghe, Ottana e nei villaggi medioevali di Bortiocoro, Saccargia e Sorefà. Nel 1400 è attestato nel Meilogu; nel 1500 a Oristano (Condaghe di S. Chiara e Condaxi Cabrevadu); nel 1521 a Osilo; nel 1522 a Perfugas; nel 1547 ad Alghero; nel 1555 e nel 1583-1588 a Sassari; nel 1593 a Ghilarza; nel 1594-1598 a Castelsardo; nel 1599 a Bosa e a Sanluri. Durante il 1600 è registrato a Ozieri, Sedilo, Sorso, Aggius, Sedini, Speluncas, Bortigali, Sedilo, Calangianus, Tempio e Sassari. Nel 1700 è presente anche a Monteleone Roccadoria e frequentemente a Cagliari.

Il cognome Carta è citato spesso negli atti dei parlamenti del Regno di Sardegna. Nel 1800 è registrato anche ad Ales, Arbus, Ardauli, Armungia, Assemini, Austis, Baunei, Bolotana. Le fonti del 1475-1478 ricordano la famiglia Carta di Benetutti per essersi schierata, insieme ad altri notabili, contro il tentativo indipendentista del marchese Leonardo Alagon favorendo la vittoria dell’esercito aragonese. Tra i Carta che assursero al cavalierato o alla nobiltà si ricordano quelli di Benetutti (1822), Ozieri (1822), Oristano (1833) e Cagliari (1879).

Gli studiosi più accreditati (E. De Felice, E. Caffarelli, C. Marcato) concordano sull’origine del cognome a partire da un soprannome o nome di mestiere medioevale formato dal latino charta(m), a sua volta derivato
dal greco chártes. Significa “carta”, “documento, atto scritto” e può indicare un addetto alla fabbricazione della carta o una persona che di mestiere faceva lo scrivano. Il personaggio più celebre espresso da questo cognome è senz’altro la cantante Maria Carta di Siligo.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller