Arriva “Che Gusto!” tra chef, esperti di cibo e delizie dell’isola

A Sassari dal 15 marzo tre giorni di enogastronomia e arte In programma show cooking e momenti dedicati al vino 

SASSARI. Si chiama “Che Gusto!” il più importante appuntamento con il mondo del cibo “made in Sardegna” mai realizzato fino a ora. L’evento è per il 15, 16, 17 marzo negli spazi di Promocamera, a Predda Niedda, sulla strada Sassari-Alghero. Un appuntamento imperdibile, con ingresso gratuito, per operatori e appassionati del mangiar bene e del bere bene.

«Sarà – spiega l’organizzatore Francesco Cadoni – un luogo di incontro e di degustazione, uno spazio per conoscere cibi nuovi e per ricoprire sapori antichi. O se volete, un’occasione per bere un bicchiere di vino buono o assaggiare un buon piatto preparato da chef di talento». All’iniziativa hanno già aderito diverse decine di aziende, ma l’elenco è destinato a crescere ancora nei prossimi giorni. Basta dare uno sguardo ad alcuni degli operatori coinvolti per capire la portata dell’evento: si va dal pasticcere Gianluca Aresu agli chef Fabio Zago e Leonardo Marongiu (già executive chef della Scuola Alma di Parma e ora titolare del ristorante “Hub” di Macomer), dal panificatore Stefano Pibi del “Bread natural bakery” di Cagliari al pizzaiolo/panificatore Sandro Cubeddu del “Re/Mi” di Sassari fino al ristoratore Vito Senes di Sennori, dal microbiologo Giovanni Antonio Farris alla nutrizionista Giulia Mugheddu , da Pierluigi Fais della pizzeria Framento di Cagliari a Salvatore Palitta, presidente del consorzio di tutela del Pecorino Romano. L’elenco continua con Alessandro Mazzette, direttore del consorzio Agnello di Sardegna Igp. E poi Angelo Pittui, presidente dell’associazione cuochi della provincia di Sassari e lo storico dell’alimentazione Giovanni Fancello, la nutrizionista Manuela Derosas e Elia Saba, presidente dell’Unione cuochi della Sardegna. E poi ancora un elenco di esperti dell’Horeca e del marketing via web. Insomma, i molti rappresentanti del complesso mondo del food: dai produttori ai consumatori, dagli addetti alla comunicazione ai critici del gusto.

Ci saranno i percorsi storici del cibo, dal tempo dei nuraghi all’età romana e i sentieri del gusto, tra i quali quello realizzato insieme all’Unione italiana ciechi, in cui chi vorrà, con una benda sugli occhi potrà riconoscere i cibi attraverso una esperienza tattile, di olfatto e di gusto (compatibilmente con le allergie e le intolleranze alimentari di ciascuno).

Molto importante il capitolo dedicato al vino (con i sommelier dell’Ais), del formaggio (con Slow Food)e quello dedicato alle cucine del territorio. Per tre giorni i cuochi delle province di Cagliari, Oristano, Olbia-Gallura e Sassari proporranno piatti delle rispettive tradizioni. Riflettori puntati anche su due pregiate specialità nuoresi: su pratu de cassa (proposto dal ristorante “Gikappa” di Oliena) e il Filindeu, il magico intreccio di pasta da usare nel brodo di carne, proposto al ristorante “Il Rifugio” di Nuoro.

Le iniziative di ristorazione saranno realizzate con l'Alberghiero di Alghero. All’evento sassarese parteciperanno anche una decina di aziende provenienti dal sud della Francia, dalla Corsica, dalla Liguria e dalla Toscana, inserite nel programma Interreg Aziende con le quali sarà interessante proseguire un confronto gastronomico e culturale che il Nord Sardegna ha avviato ormai da molti anni. E a proposito di cucine non nazionali, un evento dedicato ai piatti della cucina francese sarà curato dal Discepolato Auguste Escoffier.

“Che Gusto!” è promosso dalla Camera di Commercio, Promocamera e da La Nuova Sardegna. E proprio il nostro giornale sarà il motore degli eventi promossi all'interno di un'arena attrezzata dove si svolgeranno gli incontri, le presentazioni e gli show cooking (molto interessante quello che vedrà come protagonista la violinista chef Adele Madau, sarda ma che vive su una barca a Barcellona) ed è patrocinato
da diversi enti e istituzioni, comprese le principali organizzazioni di categoria del Nord Sardegna. Nell'arena, arricchita dalle sculture dell’artista di Banari Giuseppe Carta, sarà presente anche uno spazio riservato alle pubblicazioni di libri e riviste di gastronomia.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community