Filmaker da Londra per il carnevale barbaricino

Residenze d’artista organizzate da Film Commission e Man, il 16 a Nuoro i risultati della ricerca

NUORO. Sarà un 2019 all’insegna della transmedialità per la Fondazione Sardegna Film Commission che rafforza l’impegno nella ricerca e produzione a cavallo fra le arti visive e il cinema con “SOS-Storiescapes Of Sardinia”, un programma articolato e pluriennale che vede la Fondazione affiancata a importanti partner istituzionali isolani, nazionali e internazionali. In questo filone si inserisce il progetto di residenza artistica ideato dalla Fondazione in collaborazione con Film London e il Museo Man di Nuoro, per promuovere la Sardegna come destinazione ideale per la ricerca e la produzione artistica e incentivare nuovi sguardi sul territorio a cura di giovani talenti.

Nel mese di gennaio 2019, i sei artisti selezionati per il progetto “Flamin Fellowship” promosso da Film London: Graeme Arnfield, Calum Bowden, Rosie Carr, Callum Hill, Onyeka Igwe e Kristina Pulejkova sono giunti sull’isola per un primo contatto con il territorio in occasione delle celebrazioni per l’avvio del Carnevale, con i Fuochi di Sant’Antonio a Mamoiada. In questa occasione, gli artisti hanno partecipato a uno speciale location scouting organizzato dalla Fondazione Sardegna Film Commission per scoprire riti, territori e comunità, visitando il Man, l’Isre di Nuoro e l’Archivio di Stato.

Questo primo momento esplorativo è seguito dal 27 febbraio da un secondo periodo di residenza per scoprire le tradizioni di Lula, Gavoi, Ovodda, Orotelli, Ottana, Orani e Bosa. Il progetto si concluderà il 16 marzo con un evento pubblico di condivisione con la comunità dei risultati della ricerca artistica condotta in residenza. Il progetto “Flamin Fellowship in Sardinia”, pensato per raccogliere nuovi sguardi capaci di raccontare la Sardegna contemporanea attraverso linguaggi audiovisivi sperimentali, ha come obiettivo quello di creare momenti di scambio e formazione con artisti residenti sul territorio
e con le comunità che lo abitano. Durante la residenza, gli artisti della Flamin Fellowship saranno coinvolti in una serie di incontri con operatori culturali attivi in Sardegna, in un’ottica di scambio e formazione reciproca che possa portare a future collaborazioni e contaminazioni.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community