In tutta l’isola 

L’otto marzo si festeggia con vino, design e moda

La Festa delle donne del vino ritorna anche quest’anno con una serie di eventi programmati nell’arco di due giornate: oggi e il 9 marzo. Per il 2019 il titolo dell’evento, lanciato quest’anno in...

La Festa delle donne del vino ritorna anche quest’anno con una serie di eventi programmati nell’arco di due giornate: oggi e il 9 marzo. Per il 2019 il titolo dell’evento, lanciato quest’anno in tutta Italia dall’Associazione donne del vino, è particolarmente accattivante: “Donne, vino e design”. Un tema che consente così, ancora una volta, come tradizione di questo appuntamento programmato sempre intorno all’8 marzo, di allungare lo sguardo oltre il vino. Stavolta in campo ci sono la moda, gli oggetti di arredamento, il design, gli abiti, che consentono di scoprire le produzioni artigianali tradizionali e quelle che da queste si generano, innovando il settore e proiettandosi verso il futuro.

«Le contaminazioni tra vino, artigianato, moda e arte sono sempre più frequenti – dice Elisabetta Pala, la delegata regionale dell’Associazione –. Basti pensare alle etichette sempre più belle disegnate da stilisti e illustratori. O alle bottiglie che diventano oggetti di design. Per questo nelle varie iniziative facciamo un percorso in cui, al fianco delle degustazioni di Vermentino, Cannonau e degli altri vitigni caratteristici, si mescola la scoperta del design sardo nelle varie sfaccettature».

Elisabetta Pala è una delle emergenti proprietarie di cantina in Sardegna (Mora&Memo) e guida in Sardegna l’Associazione che in tutta Italia supera le 700 iscritte. Nell’isola ad aderire al “club” sono in trenta: produttrici, ristoratrici, enotecarie e sommelier, tutte unite sotto il comune denominatore di essere donne e lavorare nel campo vitivinicolo.

Nelle sedi scelte per celebrare la nuova edizione della Festa, sei in tutto, infatti si potranno assaggiare vini sardi e cibi, e contemporaneamente vivere una esperienza culturale, partecipare a un convegno, visitare una mostra, ammirare opere di design, di abbigliamento e di artigianato.

Il programma della manifestazione è molto originale e variegato, ennesima dimostrazione della fantasia femminile che non conosce ostacoli e, in mezzo, c’è anche uno spazio per la solidarietà perché uno degli eventi, quello finale di Cagliari, servirà
anche a raccogliere fondi a sostegno dell’associazione Prospettiva donna che ha sedi a Olbia e a Oristano e che da anni opera in difesa delle donne che subiscono violenza. Le tappe della Festa si svolgeranno a Nuoro, Cagliari, Olbia e Serdiana oggi e a Cagliari e Sanluri il 9 marzo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community