Grande successo per la Festa delle donne del vino

Degustazioni, convegni, visite alle cantine: consensi per le iniziative che hanno toccato Nuoro, Olbia, Cagliari, Serdiana e Sanluri

CAGLIARI. Grande successo anche quest'anno per la Festa delle donne del vino, organizzata in  diverse location in duwe giornate: 2 e 9 marzo. Quest'anno la festa promossa dall'Associazione donne del vino prevedeva, insieme alle classiche degustazioni, anche conferenze, visite in cantine, incontri e anche un'iniziativa di solidarietà. Il filo conduttore della festa del 2019 è stato «Donne, vino e design».

Un nuovo bel risultato, dunque, per l’Associazione "Le Donne del Vino" che al momento raccoglie 30 fra produttrici, ristoratrici, enotecarie e sommelier e che è presieduta da Elisabetta Pala, riconfermata quest'anno alla guida in Sardegna. 

Gli eventi sono stati il frutto della collaborazione delle Donne del Vino Sardegna: Angelica e Roberta Tani (Cantina Tani), Anna Maria Fara (Sardegna Bella e Buona), Antonella Corda (Cantina Antonella Corda), Claudia Pinto (Enoteca Vitis Vinifera), Claudia Secci e Donatella Buttu (Cantina Dorgali), Daniela Pinna (Tenute Olbios), Denise Dessena (Hotel S'Astore), Elisabetta Pala (Mora&Memo), Emanuela Flore (Enologa), Francesca & Anna Giulia Loi (Vitivinicola Alberto Loi), Grazia Canneddu (Cantina Canneddu), Laura Carmina (Tenuta Muscazega), Laura Mancini (Cantina delle Vigne di Piero Mancini), Maria Grazia Perra (Azienda Ferruccio Deiana), Marianna Mura (Cantina Mura), Nicoletta Pala e Beatrice Ragazzo (Audarya), Nina Puddu (Azienda Puddu), Paola Hofmann (Cantina Mastio Hofmann), Rita Pinna e Amalia Dessì (Pala), Roberta e Valeria Pilloni (Su'entu), Roberta Porceddu (Cantina Lilliu), Rossella Casula (Sommelier), Sofia Carta (Sommelier), Stefania Montisci (Terra Sassa), Valentina Argiolas (Argiolas).

Gli appuntamenti si sono aperti il 2 marzo a Nuoro, a museo Man con l’evento “Il design è donna”, organizzato dalle Donne del Vino del centro e sud Sardegna. Con gli enologi Enzo Biondo e Emanuela Flore l'interessante convegno sul Cannonau a cui hano preso parte Roberto Cadeddu (Presidente della strada del Cannonau) e Giuseppe Zucca (Presidente del MAN). 

Sempre il 2, a Olbia, il Museo Archeologico ha ospitato le Donne del Vino della Gallura Anna Maria Fara (Sardegna Bella e Buona), Laura Mancini (Cantina delle Vigne di Piero Mancini), Angelica e Roberta Tani (Cantina Tani), Laura Carmina (Tenuta Muscazega), Marianna Mura (Vini Mura) e Daniela Pinna (Tenute Olbios). L’arte del vino in questo appuntamento si è incrociato con quello della tessitura: in collaborazione con il MURATS, il Museo Unico Regionale Arte Tessile Sarda di Samugheo, sono stati esposti manufatti pregiati della sua collezione, oltre che uno dei migliori tappeti della tradizione Samughese, proveniente da “La collezione del Principe” dedicata a S.A. l’Aga Khan.

A Cagliari all’Enoteca Vitis Vinifera, Claudia Pinto ha guidato la degustazione dei vini Terra Sassa, cantina del Sulcis guidata da Stefania Montisci. Gli ospiti hanno potuto anche ammirare gli abiti esclusivi dell’Atelier delle Sorelle Piredda e i quadri dell'artista Paloma Deidda di Samugheo.

A Serdiana, Nicoletta Pala e Beatrice Ragazzo hanno accolto gli ospiti e gli appassionati di design nella cantina Audarya, che per l’occasione ospita le creazioni di “Su Trobasciu”, cooperativa artigiana composta da sole donne. Tappeti, tende e arazzi realizzati secondo antiche tradizioni faranno da sfondo alle degustazioni dei vini Audarya, accompagnati dalle originali proposte gourmet della blogger Federica Buccoli, in arte Mambo Kitchen. In bottaia, la sommelier Cristina Mamusa guida la degustazione del vino dolce di casa, il Bisai, abbinato ai formaggi Argiolas.

Due invece gli appuntamenti del 9 marzo. La cantina Su’entu (Sanluri) ha festeggiato le Donne del Vino, con le degustazione dei vini di casa e la mostra “Donne, Vino e Design” introdotta da Roberta e Valeria Pilloni, con la partecipazione di Francesca Rango (architetto), Elisabetta Dettori (stilista), Carolina Melis (designer) e Giorgia Bistrusso (stilista). Spazio anche alla degustazione di 4 etichette di design guidata da Andrea Balleri,  e food a cura di Federica Atzeri (Sa Trachixedda). La serata sarà accompagnata dalla musica dal vivo di Sandra Trudu e degli One Note Project.

Appuntamento finale a Cagliari al bellissimo al concept store della giovane textile designer Caterina Quartana in via Einaudi,  in cui c'è stata un’originale degustazione collettiva tra arte, tessuti e oggetti d’arredo e la presenza di tutte le cantine che hanno aderito all'iniziativa, accompagnate dalle sommelier Claudia Pinto, Rossella Casula, Sofia Carta e dall’enologa Emanuela Flore. Il ricavato della serata è stato devoluto a Prospettiva Donna, associazione e casa rifugio, che offre a donne e bambini vittime di abusi un luogo sicuro in cui sottrarsi alla violenza. L’evento è dedicato alla memoria di Donatella Briosi, una giovane sommelier di Udine vittima di femminicidio.

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli