La Cabinedda di Dorgali, una pensilina per pensare

La Cabinedda uscita dall’officina Bam dalla Sardegna è approdata alla Biennale di Venezia. La microarchitettura per macro processi sociali è in realtà una pensilina per gli autobus e a Dorgali dove è...

La Cabinedda uscita dall’officina Bam dalla Sardegna è approdata alla Biennale di Venezia. La microarchitettura per macro processi sociali è in realtà una pensilina per gli autobus e a Dorgali dove è stata posizionata ha ottenuto un successo incredibile. Progettata dal giovane architetto Davide Fancello, la Cabinedda si inserisce in un più ampio intervento di pedonalizzazione della circonvallazione del paese. Con la particolare struttura adottata da tutta la comunità il paesaggio si fa quadro grazie a una piccola architettura per «sedersi e guardare, parlare e poi ripartire». Così a Dorgali, questo accattivante intervento progettuale urbano è diventato occasione di incontro anche per i turisti. La Cabinedda - nata dalla necessità di sostituire una pensilina dell’autobus pericolante -, è riuscita a innescare macroprocessi
su scala sociale divenendo, oltre che un classico mirador, anche un punto di sosta, riflessione e condivisione. Un piccolo dispositivo architettonico che, incorniciando il paesaggio, diventa un salotto munito di comode sedute di design per favorire la nascita di relazioni sociali. (l.u.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community