La Sardegna 

porta dei sentieri

Zaino in spalla e cuore aperto per riscoprire l’anima verde del nostro Belpaese. Da soli o in compagnia. Basta seguire la mappa aggiornata del “Sentiero Italia”, disegnata dal Club alpino italiano....

Zaino in spalla e cuore aperto per riscoprire l’anima verde del nostro Belpaese. Da soli o in compagnia. Basta seguire la mappa aggiornata del “Sentiero Italia”, disegnata dal Club alpino italiano. Nell’anno nazionale del turismo lento la Sardegna è la porta d’ingresso di un viaggio a piedi lungo oltre seimila chilometri. Da Santa Teresa Gallura, paese transfrontaliero del nord dell’isola che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio, a Muggia, in provincia di Trieste.

Le due tappe sarde del “Sentiero Italia” sono spalmate su 400 chilometri, con cornici naturali di rara bellezza. Rocce granitiche plasmate dal tempo, fra pinnacoli, torrioni e valli attraversate da fiumi. La staffetta tra regioni è partita da Burcei e si è conclusa a Castiadas. L’inaugurazione del percorso, invece, nel nord dell’isola: la chiesa di Buoncammino a Santa Teresa Gallura, paese in cui si è svolta anche una tavola rotonda sulle aspettative, opportunità e sugli investimenti del rinnovato sentiero.

Il percorso in Sardegna abbraccia diversi comuni dal nord al sud dell’isola. Da Santa Teresa passa per Aggius, tra chiese campestri, stazzi abitati o abbandonati. Per Monti, terra del Vermentino. Passa per la cappella di San Leonardo e l’eremo San Trano. Per Calangianus e il museo del sughero. E ancora, il parco di Tepilora con i suoi 8mila ettari, un’area di pregio, riserva della Biosfera Unesco. Dalle creste dei monti di Lula e Lodè al Supramonte, Oliena, Dorgali, Orgosolo, Urzulei, Gennargentu e Barbagia. Tacchi Ogliastrini e le vecchie fornaci tra Jerzu e Tertenia. Da Perdasdefogu, dove nella grotta di Tueri, presso Cuccuru Tremini sono state rinvenute ossa umane di 3.500 anni fa. E un passaggio ad Armungia - il paese di Emilio Lussu -, sulla via dei quarzi. Passa per la vecchia
miniera di Su Suergiu, il parco Su niu de S’Achili a San Nicolò Gerrei, gli splendidi graniti rosa del Monte Genis. Dal cammino panoramico lungo le creste fino al monte Serpeddi, dalla cittadina di Burcei al Parco dei Settefratelli, per finire a Castiadas, meta turistica balneare.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller