coinvolti 62 comuni 

Saranno visitabili alcuni “inediti” tra cui la casa di Gramsci ad Ales

CAGLIARI. La maratona di Monumenti aperti 2019 prende il via nel fine settimana del 27 e 28 aprile: saranno coinvolti i Comuni di Bauladu, Bosa, Tula e Uta. Nel week end del 4 e 5 maggio lucchetti...

CAGLIARI. La maratona di Monumenti aperti 2019 prende il via nel fine settimana del 27 e 28 aprile: saranno coinvolti i Comuni di Bauladu, Bosa, Tula e Uta.

Nel week end del 4 e 5 maggio lucchetti tolti invece nei monumenti di Monastir, Nuraminis, Oristano, Quartucciu, Samatzai, San Gavino Monreale, San Sperate, Sanluri, Sassari, Sestu, Tortolì-Arbatax, Ussana e Villasor. Fuori dall’isola in queste date sarà la prima volta per Milano. L’11 e il 12 maggio si prosegue con Alghero, Arbus, Cagliari, Guspini, Olbia, Ploaghe, Padria, Porto Torres-Asinara, Thiesi e Usini. Il 18 e 19 maggio la manifestazione interesserà Ales, Decimoputzu, Lunamatrona, Pabillonis, Pula, Sant’Antioco, Quartu Sant’Elena, Siliqua, Tertenia, Vallermosa, Villanovafranca, Villaspeciosa.

Il 25 e 26 maggio i monumenti visitabili saranno quelli dei Comuni di Cossoine, Osilo, Sardara, Selargius, Settimo San Pietro, Terralba, Torralba, Villamassargia, Villanovaforru, Villasimius. In Lombardia in questi giorni partecipa l’amministrazione di Cantù. Il primo week end di giugno (1 e 2) Monumenti aperti sarà a Cuglieri, Dolianova, Genuri, Iglesias, Monserrato, Muravera, Serramanna, Villacidro, Villamar, Villaputzu e, in Lombardia, a Como. Le date dell’8 e del 9 giugno sono anche le ultime per la manifestazione in Sardegna. Saranno accessibili i monumenti dei Comuni di Assolo, Gonnosfanadiga e Neoneli. Dopo la pausa estiva, il 28 settembre si riprende con una nuova tappa a Cantù, mentre il 19 e 20 ottobre ci si sposta a Copparo, in Emilia Romagna.

Penultimi appuntamenti nel fine settimana del 26 e 27 ottobre a Bitonto, Giovinazzo e Grumo Appula (Puglia) e a Ferrara (Emilia Romagna). Monumenti aperti chiude con le date del 9 e 10 novembre in Puglia: sarà nei Comuni di Mod

ugno, Palo del Colle e Terlizzi. I Comuni sardi che partecipano per la prima volta sono dodici: Ales, Assolo, Decimoputzu, Genuri, Muravera, Neoneli, Siliqua, Tertenia, Tula, Vallermosa, Villaputzu e Villaspeciosa. Tra i Comuni partecipanti 31 sono nella provincia del Sud Sardegna, otto in quella di Oristano, 12 nella provincia di Sassari, due in quella di Nuoro, mentre nove Comuni ricadono nella Città metropolitana di Cagliari.

Tra i siti visitabili per
la prima volta la chiesa di Santa Maria di Uta, il castello dei Malaspina, a Bosa, la Cattedrale e la casa natale di Antonio Gramsci ad Ales. Oltre che dai Comuni partecipanti la manifestazione è sostenuta dalla Regione, da sponsor privati e dai proventi dell’otto per mille. (s.z.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community