il messaggio su instagram 

Vasco saluta i fan sardi: «È solo un arrivederci»

CAGLIARI. «E con questa vi saluto! Ma è un arrivederci, siatene certi». Dopo l’augurio lanciato dal palco («ciao Cagliari, ciao Sardegna: ce la farete tutti perché siete bellissimi»), prima di...

CAGLIARI. «E con questa vi saluto! Ma è un arrivederci, siatene certi». Dopo l’augurio lanciato dal palco («ciao Cagliari, ciao Sardegna: ce la farete tutti perché siete bellissimi»), prima di lasciare l’isola Vasco Rossi affida il suo saluto ai fan a un post pubblicato su Instagram e corredato da una foto spettacolare scattata nel finale del concerto che mercoledì scorso – quello ha chiuso il suo tour 2019 – precisamente durante i fuochi d’artifico esplosi al termine della canzone “Albachiara”, quindi nel momento di delirio collettivo.

La sua musica può piacere o no (e a ben vedere piace a quasi tutti), ma in ogni caso i due live del Kom a Cagliari sono stati un evento che resterà nella storia della musica isolana. Non soltanto per l’aspetto squisitamente artistico (due ore e mezzo di punk rock tiratissimo) e per le scenografie sensazionali (le ha create un regista in diretta su sei maxischermi), ma anche per una questione commerciale, occupazionale e diimmagine. Dietro una produzione così gigante, studiata per riempire stadi come San Siro, c’è un mondo invisibile al pubblico che si muove dietro le quinte, con un organizzazione che non lascia niente al caso dà lavoro a centinaia e centinaia di persone, molte delle quali del posto.

Poi c’è l’indotto, la ricaduta economica su chi fa ricezione e ristorazione in città. Su circa sessantamila fan presenti complessivamente ai concerti, almeno quindicimila non erano sardi e sono arrivati nell’isola con ogni mezzo (persino a bordo un traghetto speciale brandizzato) soggiornando in tenda, nei tanti b&b e negli hotel, che hanno fatto registare il sold out proprio come i due live. Cagliari per tre o quattro giorni è stata
letteralmente invasa di fan, che hanno riempito anche le pizzerie, i ristoranti, le trattorie, i locali della movida. «Ce ne vorrebbero tre alla settimana di concerti di Vasco», commenta un imprenditore. Verissimo: ora che il palco è già stato smontato rimane una sensazione di vuoto.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community