Fiera di Cagliari 

Maluma e Ozuna star di luglio poi Pausini-Antonacci e l’Expo

Vasco Rossi ha riaperto la Fiera di Cagliari al grande pubblico. E ora la Fiera non vuole più chiudere. Anche perché fa comodo a tutta la città: secondo le stime presentate dal Centro servizi per le...

Vasco Rossi ha riaperto la Fiera di Cagliari al grande pubblico. E ora la Fiera non vuole più chiudere. Anche perché fa comodo a tutta la città: secondo le stime presentate dal Centro servizi per le imprese tra hotel e ristoranti Cagliari ha “guadagnato” circa 4-5 milioni con i ventimila spettatori arrivati da fuori città. Numeri difficili da ripetere. Ma la Fiera ora segue l'onda: il primo luglio salirà sul palco Maluma, cantante colombiano, nuova star del reggaeton e dell’hip-hop latino. Il 18 luglio, invece, sarà la volta del portoricano Ozuna, cantante, attore e rapper.

Laura Pausini e Biagio Antonacci (foto) si esibiranno invece l’1 agosto. Ma non basta: il Centro servizi per le imprese sta già puntando altri big per la prossima stagione. L'unica certezza per il momento è Tiziano Ferro: i biglietti sono già in vendita.

Non solo musica. La Fiera diventerà anche un contenitore di rassegne culturali, manifestazioni e punti di riferimento per i congressi che portano presenze anche fuori stagione. La punta di diamante, in qualche modo sintesi delle potenzialità del quartiere fieristico, sarà l'Expo mediterraneo, l'appuntamento che manderà definitivamente in soffitta la vecchia Fiera campionaria che di solito apriva i cancelli a fine aprile e che accoglieva decine di migliaia di visitatori (negli anni Settanta e Ottanta era proprio ressa) sopratutto nella giornata di Sant'Efisio, il Primo maggio. La svolta storica è anche nel cambio di data: addio primavera, si punta sull'autunno e sul mese di ottobre.

«La vecchia Fiera va in soffitta – conferma il presidente del Centro servizi per le imprese Gianluigi Molinari –. Expo mediterraneo sarà una sorta di start up per trasformare la fiera in una grande piattaforma commerciale. Non più un semplice momento espositivo ma un'occasione di incontro tra imprese e investitori all'interno di un complesso di iniziative che favoriscano l'afflusso di buyer e quindi la crescita di specifiche filiere produttive». Tutto al passo con i tempi: un padiglione per l'innovazione, un altro per salute e benessere, spazio agli chef e all'agroalimentare secondo i canoni di qualità e attenzione a lavorazione e provenienza esplosi negli ultimi anni. Altri appuntamenti: dal 20 al 22 settembre ci sarà iHobby Sardegna,
prima mostra mercato del bricolage, dell’hobbistica e delle arti manuali. Poi Turisport, Fiori e Spose, e prima edizione di Gusto in Fiera, mostra mercato delle produzioni agroalimentari e della ristorazione. Infine, a dicembre, dal 13 al 22, consueto appuntamento con Fiera Natale.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community