Il ritorno di Angela

Non si vedevano da più di quarant’anni, dalle riprese a Madrid di “Ogro” che vedeva Angela Molina impegnata come protagonista femminile. Una giovanissima Giovanna Gravina Volonté era andata sul set a...

Non si vedevano da più di quarant’anni, dalle riprese a Madrid di “Ogro” che vedeva Angela Molina impegnata come protagonista femminile. Una giovanissima Giovanna Gravina Volonté era andata sul set a far visita al padre, interprete principale del film diretto da Gillo Pontecorvo, e con l’attrice spagnola poco più grande di lei aveva stretto amicizia. Si sono ritrovate alla Maddalena, dove Giovanna (a sinistra nella foto di Nanni Angeli) ormai da sedici edizioni organizza il festival “La valigia dell’attore” dedicato a Gian Maria Volonté, scomparso 25 anni fa e sepolto sull’isola che tanto amava. «Conoscerlo e lavorare con lui – racconta Angela Molina – è stato un dono. Gli ho voluto tanto bene, lo ricordo come un padre e una guida. Con me è stato davvero generoso, mi dava tanta fiducia sul set. Ci siamo divertiti molto a fare “Ogro”, anche se racconta una storia drammatica». La presenza in Sardegna per il festival della Maddalena rappresenta per Angela Molina un felice ritorno nell’isola dove di recente ha girato “L’uomo che comprò la Luna” di Paolo Zucca. È proprio il suo personaggio la proprietaria della Luna, comprata per lei dal compagno interpretato dall’attore serbo Lazar Ristovski. «Nel finale – sottolinea l'attrice spagnola – il film diventa anche un omaggio
alla coppia, all’amore. Questo è uno degli aspetti che mi hanno colpito di più della storia alla quale il regista riesce a dare, con semplicità, un tocco di poesia. È una bellissima commedia poetica che contiene anche elementi sociali e politici».



continua a pagina 3

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community