Fordongianus 

L’energia della musica indie

Dopo l’anteprima di luglio al Museo Nivola di Orani, entra nel vivo oggi l’undicesima edizione dell’Here I Stay, festival di musica indipendente organizzato dall’omonima associazione culturale. Dopo...

Dopo l’anteprima di luglio al Museo Nivola di Orani, entra nel vivo oggi l’undicesima edizione dell’Here I Stay, festival di musica indipendente organizzato dall’omonima associazione culturale. Dopo la Barbagia ci si sposta nell’Oristanese, per la precisione nelle antiche terme romane di Fordongianus, tradizionale location del festival.

Si tratta di un sito archeologico di grande importanza situato vicino alla riva del fiume Tirso. Il palco è incorniciato dagli alberi e la vicinanza di un’area verde consente al pubblico di campeggiare e riposare dopo la lunga giornata di concerti e di festa. Guest star della giornata è il producer londinese Gold Panda, con la sua elettronica dal calore umano, ma non meno importanti sono gli A Place To Bury Strangers, un potentissimo trio newyorkese che si muove in ambiti shoegaze, noise e new wave. Tornano nell’isola i romani Giuda, con la loro performance incendiaria. Ad aprire la giornata saranno però il bluesman sulcitano Matteo Leone e i villacidresi Ahead/Astern, con la sorpresa di Su Contrattu Seneghesu, quartetto di canto a tenore del Montiferru: un modo per far dialogare la tradizione sarda con la musica contemporanea. Durante la giornata si alterneranno così sui palchi band sarde, nazionali e internazionali, ci saranno dj set pomeridiani e notturni per un festival dove si respira aria di comunità, all’insegna della musica indipendente (rock ed elettronica), della sostenibilità, del paesaggio e dell’enogastronomia.

L’evento, realizzato con il supporto del Comune di Fordongianus e il contributo della Fondazione di Sardegna, è reso possibile anche grazie a diverse altre collaborazioni. Continua il rapporto con Sapori di Sardegna, che non solo farà assaggiare alle band prodotti tipici sardi, ma si occuperà della produzione dei nostri classici bicchieri ecosostenibili. Sul fronte del “food”, continua la collaborazione anche con lo chef cagliaritano Davide Bonu (Impasto).


Prossima tappa del festival è il 20, 21 e 22 settembre a Istellas, albergo che si affaccia sul lago Flumendosa a Nurri. La classica tre giorni vedrà protagonisti - tra gli altri - i Massimo Volume, i francesi Zombie Zombie, gli inglesi Housewives e gli americani Paw!.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro