Nel Campo della Quercia con Swift e “I viaggi di Gulliver”

Domani prende il via la quindicesima edizione del Cabudanne de sos poetas, il festival che fino a domenica 8 proporrà incontri con la poesia italiana e internazionale, laboratori, mostre, teatro,...

Domani prende il via la quindicesima edizione del Cabudanne de sos poetas, il festival che fino a domenica 8 proporrà incontri con la poesia italiana e internazionale, laboratori, mostre, teatro, concerti, attività culturali e laboratoriali, e un programma molto nutrito con una sessantina di ospiti tra gli scorci più antichi e affascinanti di Seneghe. In arrivo nomi importanti, tra cui Giulio Piscitelli, Pietro Marcello, Ida Travi, Pinar Selek, Valerio Magrelli, Antonia Arslan, Cluadio Pozzani e Alba Donati.

Il via è questo pomeriggio alle 18 con il consueto appuntamento nel Campo della Quercia, dove bambini e ragazzi di Seneghe porteranno al pubblico l’esito del laboratorio della non-scuola del Teatro delle Albe, sotto la guida di Alessandro Renda (attore e regista della compagnia di Ravenna), di Giuseppina Pintus e di Mariano Mastinu. Dal 2008 la non-scuola si trasferisce in agosto a Seneghe, un sodalizio tra le due realtà che dura ormai da dodici anni coinvolgendo gli adolescenti e i
piccoli del paese in una straordinaria esperienza teatrale. Stavolta il debutto al tramonto sotto la grande quercia vedrà al centro l’opera di Jonathan Swift “I viaggi di Gulliver”.


Il programma completo del festival è consultabile sul sito www.settembre dei poeti.it.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro