Un monumento al papà del Piccolo Principe

Mozione del Pd per celebrare lo scrittore pilota Antoine de Sant-Exupéry, che visse in città alcuni mesi

ALGHERO. In città visse gli ultimi significativi mesi della sua breve intensissima vita. Da qui il 31 luglio 1944 volò verso la Corsica per un'ultima missione di ricognizione aerea sul cielo di Marsiglia, che gli sarebbe stata fatale. L’estate scorsa ad Alghero si è celebrata una delle più belle e sentite celebrazioni del settantesimo anniversario della scomparsa dello scrittore pilota Antoine de Saint-Exupéry, autore di quel “Piccolo Principe” che rimane ancora oggi un caso editoriale unico al mondo (il libro è stato tradotto in 275 lingue, probabilmente il record del mondo dopo i testi sacri, e ha venduto più di 150 milioni di copie. Così Alghero non vuole dimenticare il suo celebre ospite. Al punto che i consiglieri comunali del Partito democratico hanno appena presentato una mozione in consiglio comunale che impegna il sindaco e la giunta affinchè facciano tutto il possibile «per provvedere all’allestimento di idonei spazi espositivi e alla contestuale realizzazione di un monumento celebrativo al padre letterario del Piccolo Principe». Un monumento, si legge sempre nel documento, che Enrico Daga e Mimmo Pirisi (i due consiglieri firmatari della mozione) vorrebbero che fosse sistemata in un luogo della città particolarmente visibile, «a testimonianza del legame tra lo scrittore francese e Alghero». Il documento che andrà all’esame dell’assemblea civica intende impegnare l’esecutivo anche affinché si predisponga una comunicazione efficace alll’aeroporto di Fertilia, così che i turisti che atterrano possano venire a conoscenza di questo legame tra la Riviera del Corallo e Saint-Exupéry, ancora misconosciuto (la storia è stata comunque raccontata di recente in un libro scritto da Luciano Deriu, “Il Piccolo Principe dall’isola alle stelle - Antoine de Saint-Exupéry in Sardegna e Corsica”, edito da Delfino). Tra le altre istanze contenute nella mozione anche quella che si predisponga materiale descrittivo da divulgare «negli uffici turistici, nei luoghi di interesse culturale, nelle strutture ricettive, nell'aeroporto e nella apposita sezione nel sito alghero-turismo.it. L’dea è anche quella di «trarre spunto dalle preziose testimonianze di cui si dispone, così che chiunque possa venire a conoscenza della parentesi di vita particolarmente significativa di Saint Ex, e dei relativi luoghi di interesse cari all’autore».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes