Tedde: «L’immobile va restituito alla Regione»

ALGHERO. «Fallito un bando se ne ripropone uno identico». Marco Tedde la vede così. Sulla vicenda del Palacongressi il vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio regionale si è fatto un’idea...

ALGHERO. «Fallito un bando se ne ripropone uno identico». Marco Tedde la vede così. Sulla vicenda del Palacongressi il vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio regionale si è fatto un’idea completamente diversa rispetto a quella promossa due giorni fa dall’amministrazione comunale. Dopo aver letto sui giornali di un nuovo bando finalizzato a fornire chiarimenti alle tante imprese che hanno chiesto informazioni, Tedde ha fatto un respiro profondo e poi ha detto la sua, senza peli sulla lingua. «Il bando per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse per l’affidamento in concessione del Palacongressi di proprietà regionale è stata un fallimento – dice molto chiaramente – e il bando di recentissima pubblicazione ha gli stessi identici contenuti». Secondo Tedde, «se nessun imprenditore ha partecipato al primo bando è evidente che l’offerta non è ritenuta appetibile dalle imprese», e quindi «in questi casi occorre modificare l’offerta per metterla in linea con le esigenze del mercato e non reiterare la vecchia che ha dimostrato di essere indesiderata», insiste l’esponente azzurro, convinto che il vero problema sia proprio nel fatto che il primo bando è andato deserto. Marco Tedde considera quello del Comune di Alghero «un modo per perdere tempo e sprecare risorse pubbliche». L’ex sindaco ricorda anche che «nonostante la convenzione per la gestione del Palacongressi sia scaduta, la struttura è rimasta nella disponibilità del Comune perché non è stata restituita formalmente alla Regione». A conforto di questa tesi, Tedde ricorda che «lo stesso Demanio regionale l’ha certificato», confermando così «l’irresponsabile accollo degli oneri di custodia e le responsabilità derivanti dagli atti vandalici e delle devastazioni consumati, che comporteranno risarcimenti di danni milionari».

Elencati i mali strutturali di cui soffre l’enorme struttura di viale Burruni a causa dell’incuria, il consigliere regionale ribadisce che «è indispensabile che il Palacongressi venga restituito formalmente con verbale di consegna alla Regione e che l’amministrazione locale formuli un bando appetibile per le imprese interessate alla gestione della struttura». (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes