Salto in lungo, staffetta e corsa: così le sfide generano benessere

ALGHERO. Favorire l’inclusione e promuovere tra i ragazzi comportamenti e stili di vita orientati al benessere psico-fisico e al miglioramento della qualità della vita. È la missione che Opes...

ALGHERO. Favorire l’inclusione e promuovere tra i ragazzi comportamenti e stili di vita orientati al benessere psico-fisico e al miglioramento della qualità della vita. È la missione che Opes Sardegna, ente di promozione sportiva impegnata in prima fila quando si tratta di sostenete lo sport e il suo valore tra i giovani, affida a “A scuola con lo sport”, un progetto triennale elaborato col Servizio civile universale e realizzato con il Servizio civile di Alghero. Le attività partite nei giorni scorsi mirano in particolare a combattere la sedentarietà e a distrarre i giovani dall’uso dei social, delle chat e dei videogiochi, che occupano la maggior parte del loro tempo. Salto in lungo, staffetta 4x100, lancio del peso e vortex sono le alternative proposte ai ragazzi del Roth e a quelli delle scuole medie di via Malta e di via Tarragona grazie al coordinamento della docente Donatella Ginanni e al coinvolgimento di dirigenti scolastici e insegnanti. Col supporto di Antonella Cuccureddu per la Associazione polisportiva dilettantistica Antonello Cuccureddu 1969, il campo di Maria Pia con annessa pista di atletica hanno ospitato una straordinaria giornata di sport, che si inserisce nel più ampio e ambizioso progetto per la promozione di discipline come badminton, tennis tavolo, atletica su pista e su strada, baseball, canottaggio, danza sportiva, ginnastica artistica e acrobatica, palla tamburello, ciclismo, mountain bike e altre attività legate alla natura, foot golf, beach volley, basket, rugby e calcio a 5. (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes