Fertilia, libro bianco ai candidati

Il comitato di quartiere chiede agli aspiranti sindaco soluzioni rapide alle criticità della borgata

ALGHERO. Il parco attrezzato nell’ex campo rom di Arenosu, una soluzione per il sito di stoccaggio di Punta Negra, il ponte, il campo sportivo e le alberate: Fertilia detta le priorità alla prossima amministrazione. Il quartiere satellite, l’enclave giuliano si affaccia sul Parco naturale regionale di Porto Conte e ha alle spalle il sistema lagunare del Calich, sogna un posto al sole e un futuro da protagonista dell’offerta turistica e culturale, presenta il conto ai tre aspiranti candidati sindaci e alle coalizioni che li sostengono. Affidato temporaneamente alla guida del vicepresidente Luca Rondoni, il comitato di quartiere ha ben chiare quali siano le azioni da compiere subito. Il primo punto, che in qualche modo mette insieme tutto il resto, è Arenosu: il potenziale di quell’immensa area verde, che congiunge il centro abitato con l’area del Calich e porta sin sotto casa il Parco e la sua offerta di eventi per chi ama il turismo attivo-naturalistico, non è certo sconosciuto da queste parti. «È un argomento di cui ci siamo sempre occupati, sin da quando si paventava l’ipotesi di un nuovo campo sosta da realizzare in prossimità di quello sgomberato», rivendicano i vertici del comitato di quartiere. «Ora che la bonifica del campo rom sta procedendo tanto speditamente quanto ci era stato promesso – aggiungono – chiediamo che non ci sia soluzione di continuità e che si proceda con la trasformazione dell’area in un parco attrezzato». Da un problema in via di soluzione a uno ancora da risolvere. «La gravissima situazione del sito di stoccaggio per la posidonia a Punta Negra è diventata per gli abitanti di Fertilia ormai insostenibile e inaccettabile», dicono i rappresentanti della borgata marinara. «Sono stati finalmente reperiti i fondi necessari a conferire la posidonia spiaggiata a Cuguttu, purché gli uffici competenti autorizzino il passaggio sul ponte dei mezzi pesanti», è la premessa. «Nel frattempo chiediamo che davvero, come da impegni presi, completato il lavoro a San Giovanni si intervenga anche a Punta Negra», chiedono. «Il comitato continuerà a mantenere alta l’attenzione sulla situazione del sito – è l’avvertimento – e vigilerà affinché i lavori inizino e procedano speditamente, così da recuperare e valorizzare l’area antistante la spiaggia». A proposito del ponte, il comitato ha chiesto spiegazioni all’amministrazione comunale per il rallentamento registrato. «Ci hanno assicurato che a breve sarà presentato il bando per realizzare le opere senza bloccare la circolazione estiva». Fertilia sogna di rinverdire i propri fasti anche in ambito sportivo, e per questo chiede che si intervenga sul suo campo da gioco. «La società che sta realizzando la rete del gas a Fertilia lo risistemerà dopo averlo utilizzato, poi il Comune potrà riportarlo alla condizione originale e ripristinare il fondo in terra battuta – dicono – noi seguiremo la questione con impegno, affinché dalle promesse si passi ai fatti». A proposito di decoro e sicurezza, c’è anche la questione delle alberate dichiarate pericolanti, comprese quelle adiacenti al campo sportivo e alle scuole. «Ci risulta già eseguito un sopralluogo di assessore comunale e responsabile del demanio regionale – informa il comitato – perciò è già concordato l’intervento dei vari enti di pertinenza».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes