La borgata di Maristella si ribella «Qui non abbiamo i cassonetti»

ALGHERO. «Con l’aumento dei fruitori il servizio di raccolta dei rifiuti nell’agro e nelle borgate mostra tutte le sue criticità». Lo denuncia Tonina Desogos, presidente del comitato di borgata di...

ALGHERO. «Con l’aumento dei fruitori il servizio di raccolta dei rifiuti nell’agro e nelle borgate mostra tutte le sue criticità». Lo denuncia Tonina Desogos, presidente del comitato di borgata di Maristella e dirigente cittadina del Partito democratica. «In estate arrivano molti turisti e di conseguenza aumenta anche la quantità di rifiuti prodotti – dice – e a Maristella, unica borgata in cui ancora ci sono i cassonetti per strada, la situazione non è più tollerabile». La presidente sostiene che «i cassonetti, da sempre alla mercé della fauna selvatica e spesso maleodoranti, con la scusa del turismo sono ormai oggetto di conferimento da parte di persone che non vivono in borgata e che ovviamente se ne fregano altamente di differenziare». Secondo lei la soluzione non è l’oasi ecologica così come è stata realizzata nelle altre borgate. «Comporta un pagamento del 60% della tariffa, come già avviene in altre parti, ma riproporrebbe moltiplicate le stesse criticità dei cassonetti stradali – sostiene Desogos – invece che essere vigilata e riservata ai soli abitanti locali». (g.m.s.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes