Sfregio nel bosco di Porto Conte, sequestro al Porticciolo

Blitz degli agenti della Forestale di Alghero, denunciato titolare della società. Alberi tagliati e danneggiamenti, il terreno di 2mila metri ricade in zona Sic

ALGHERO. Un’area boscata di circa 2mila metri quadrati in località Porticciolo in una zona che ricade nell’ambito del Parco di Porto Conte è stata messa sotto sequestro dagli agenti del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della stazione di Alghero. Il terreno è in parte di proprietà della società “Porticciolo srl” e in parte della Regione. Il sequestro probatorio è stato eseguito su disposizione della procura della Repubblica di Sassari e già convalidato dal giudice delle indagini preliminari. Nel corso delle indagini sarebbero emerse gravi irregolarità: a fronte di una autorizzazione per realizzare una recinzione, infatti, i titolari del terreno avrebbero invece eseguito opere non consentite. In particolare, gli agenti della Forestale - durante l’attività di controllo - avrebbero accertato l’esecuzione di «lavori di decespugliamento, taglio di piante di pino domestico, macchia mediterranea a lentischio, palma nana, ginepro e sradicamento di ceppaie, eseguito in totale difformità alle autorizzazioni rilasciate».

La zona interessata dalle indagini è considerata di particolare pregio ambientale: si tratta, infatti, di un’area vincolata idrogeologicamente, sottoposta a vincolo paesaggistico e inclusa in un “Sic” (Sito di interesse comunitario).

Nel corso dell’operazione, gli agenti del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione hanno sequestrato anche il legname derivato dalla operazioni di taglio, già fatto a pezzi con l’utilizzo di una motosega, ammucchiato e pronto per essere portato via.

Tutta l’area interessata dai lavori è stata messa sotto sequestro e le zone sigillate con l’apposizione di nastri di protezione. Una iniziativa che nelle intenzioni della Procura e del Gip che ha convalidato il provvedimento di sequestro, deve servire per evidenziare le prove dell’attività irregolare, in piena difformità con le autorizzazioni rilasciate.

La Forestale ha denunciato all’Autorità giudiziaria l’amministratore della Società “Porticciolo Srl” al quale il terreno posto sotto sequestro è stato affidato in custodia in attesa di eventuali ulteriori provvedimenti. L’area boscata dove sono stati eseguiti i lavori in contrasto con le autorizzazioni ambientali, si colloca in una zona di straordinaria bellezza e dove i vincoli sono severissimi.

Ora le indagini proseguono sulla base anche delle direttive impartite dalla magistratura per la valutazione di ulteriori reati. La società “Porticciolo srl” da anni opera in un’oasi ambientale di grande pregio dove gestisce l’arenile e il camping. Servizi molto frequentati anche dai turisti che arrivano ad Alghero.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes