«Palacongressi, servono decisioni coraggiose»

L’ex sindaco Marco Tedde interviene nel dibattito sulla grande incompiuta «Solinas ha avviato un nuovo corso ma il pallino è nelle mani degli algheresi»

ALGHERO. «L’assessore Frongia sul Palacongressi ha ragione: occorre ripensare le sue funzioni e spendere bene e celermente i tre milioni di euro stanziati dalla Regione nel novembre del 2019». L’ex sindaco di Alghero Marco Tedde prende spunto dalle dichiarazioni dell’Assessore Frongia e ritorna ancora una volta sul tema del Palacongressi che gli sta molto a cuore.

Tedde si dice convinto che la giunta Solinas abbia avviato un nuovo corso: «È lo stesso importo – ricorda – che nel quadriennio 2015-2018 insieme all’attuale assessore alle Finanze Fasolino chiedemmo inutilmente con una serie di emendamenti respinti dal centrosinistra. Questa somma non è comunque sufficiente. I tre milioni debbono essere utilizzati per attuare urgentemente interventi per la messa in sicurezza del complesso e arrestarne il degrado. In tempi brevi occorre ripristinare l’anfiteatro esterno, in modo da utilizzarlo già la prossima estate. Poi occorre rendere funzionale la struttura, anche stanziando altre risorse, come precisato da Frongia».

«Oggi la struttura è uno scatolone di cemento armato che non è assistito da idee serie per il suo “riempimento – evidenzia Tedde – . La politica locale e regionale deve pensare a un nuovo progetto di breve-medio periodo, che ne preveda la rifunzionalizzazione e il riuso in ragione della vetustà della struttura e della antieconomicità degli obbiettivi iniziali che oggi sono anacronistici. E rendere tangibile quella multifunzionalità consentita dalle dimensioni e dalla ubicazione del Palacongressi. Non possiamo rischiare di sprecare ancora risorse pubbliche – sottolinea Tedde –. Dobbiamo accendere potenti fari sul rapporto fra le azioni ipotizzate e la congruità delle somme che vengono stanziate».

«Oggi il pallino è nelle mani della politica algherese nel suo complesso, della maggioranza ma anche delle opposizioni –sottolinea l’ex sindaco –. Politica che deve coraggiosamente riprogrammare le strategie nell’uso di questa struttura straordinaria per ubicazione e dimensioni che deve diventare un robusto propulsore per lo sviluppo economico e l’occupazione. Politica algherese che ha anche il dovere di coinvolgere il mondo delle imprese, le rappresentanze sindacali e dell’associazionismo nelle scelte e nelle proposte da farsi alla Regione. Non possiamo colpevolmente accettare il rischio che i tre milioni stanziati a novembre dello scorso anno evaporino o vengano utilizzati come l'ennesima toppa priva della capacità di contribuire all’utilizzo intelligente e produttivo della struttura» chiude Tedde.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes