«Trasferite la proprietà al Comune»

La minoranza in Consiglio chiede il rispetto degli accordi Stato-Regione del 2018

ALGHERO . «Meglio una concessione che assicuri la riqualificazione, la salvaguardia e la fruizione pubblica di un bene ridotto a rudere - tra l’altro, non nella disponibilità comunale - a giovani sotto i 40 anni, attraverso un bando pubblico aperto a tutti, algheresi compresi, che lasciare un immobile abbandonato e pericoloso o tanto meno messo in vendita dallo Stato per fare cassa»

È quanto sostengono Mario Bruno, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Gabriella Esposito, Pietro Sartore e Mimmo Pirisi, consiglieri comunali di minoranza. «Ora però - vanno all’attacco i consiglieri - giunta regionale e Demanio dello Stato devono trasferire la proprietà della postazione antiaerea di Punta Giglio alla Regione, come deliberato dalla Commissione paritetica Stato-Regione nel 2018 e la giunta Solinas deve procedere al trasferimento al Comune di Alghero». Un iter sollecitato dallo stesso ex sindaco Bruno in Regione. Una opportunità data dallo Stato al Comune nel 2017 - secondo i consiglieri - fu la possibilità di riqualificare il bene senza aumento di cubatura, per un progetto «in linea con i principi di tutela e salvaguardia ambientale» con partner come Anci, ministero dei Beni Culturali, Legambiente, Touring Club, Fondazione con il Sud, Cittadinanza Attiva. Un partenariato qualificato che dava all’amministrazione comunale - insieme agli enti a vario titolo a ciò deputati - ampie garanzie sulla tutela ambientale e la fruizione pubblica, con iter di gara, autorizzazioni, concessioni e contratti in mano agli enti preposti e ai dirigenti degli stessi enti, in piena autonomia e responsabilità, secondo la legge. I consiglieri assicurano «l’azione di controllo e di vigilanza, insieme alle istituzioni preposte, affinché ci sia il rispetto della legge, di tutte le prescrizioni e sempre la libera fruizione del compendio, anche con periodici sopralluoghi a Punta Giglio e nelle sedi istituzionali, a cominciare dal Parco di Porto Conte, inserito nel Comitato Tecnico Operativo del Progetto e a cui chiedere conto di ogni passaggio». Infine invitano il Parco a convocare la cooperativa per illustrare il progetto. (n.n.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes