Spiagge senza posidonia per accogliere i turisti

In vista della stagione estiva mezzi meccanici in azione per un prelievo corretto Anche la città ha aderito alla Earth Hour del Wwf spegnendo le luci nel porto

ALGHERO. Continuano i lavori per presentare la città nel modo migliore alla partenza della stagione estiva. Concluse in questi giorni le operazioni di pulizia manuale delle spiagge, si va avanti ora con l'accumulo e rimozione della posidonia in esubero. Nelle spiagge stanno operando, in diversi punti, i mezzi dell'impresa che ha in gestione l'appalto. I lavori sono stati preceduti dalla valutazione delle caratteristiche degli accumuli di materiale formatesi nel corso della stagione invernale, dalla valutazione delle caratteristiche delle superfici dell’arenile su cui far transitare i mezzi adibiti alle operazioni.

Temporaneamente, le foglie di posidonia stagionali verranno depositate nell'area di Cuguttu. Parallelamente continua l’operazione di recupero del materiale vegetale misto a sabbia accumulato sia nello stesso sito di Cuguttu che in quello di Punta Negra, per restituire agli arenili di provenienza la sabbia recuperata. Resta in piedi il progetto che vede insieme i Comune, Provincia e Asi per costruire un impianto di trattamento e lavaggio nella zona di San Marco.

Nel frattempo, con i balneari, l’assessore all’Ambiente Andrea Montis ha iniziato a condividere i punti salienti del nuovo servizio che dovrà iniziare dal prossimo anno. Il percorso che dovrà portare al nuovo appalto per la pulizia delle spiagge viene programmato con largo anticipo rispetto alla scadenza dell’appalto in esecuzione, prevista al termine di questa stagione. In questi giorni intanto inizieranno anche le installazioni delle prime passerelle d'accesso alle spiagge nei punti liberi dalla posidonia.

La città, intanto, nei giorni scorsi ha aderito alla campagna mondiale Earth Hour spegnendo per un’ora le luci dell’area portuale. Gli assessori all’Ambiente Andrea Montis e alle Manutenzioni Antonello Peru hanno voluto contribuire con un’iniziativa di condivisione del messaggio che vuole testimoniare l’urgenza e la necessità di contrastare ed arrestare il cambiamento climatico. Un messaggio come ricordato dalla presidente Wanda Casula che il Wwf «lancia su scala globale quest’anno per ricordare come la lotta al cambiamento climatico sia strettamente connessa a quella per invertire la curva della perdita di biodiversità e come la tutela della natura, costituisca la più grande alleata contro il cambiamento climatico, oltre che contribuire a ridurre il rischio dell’emergere e diffondersi delle pandemie. Appaiono sempre più necessarie e urgenti azioni concrete che decarbonizzino e rivoluzionino in modo sistemico l’economia, inclusi il sistema energetico e dei trasporti; e occorrono scelte coraggiose nella pianificazione e gestione delle nostre città e nella manutenzione del territorio e delle risorse naturali». «Ringraziamo il Wwf e i suoi rappresentanti Wanda Casula di Sassari e Carmelo Spada di Alghero per averci coinvolto nell'iniziativa» affermano gli assessori Peru e Montis.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes