Fabbrica delle bombe, pacifisti a Cagliari: no all'esportazione di armi

Angelo Cremone parla durante la manifestazione al porto di Cagliari

La manifestazione si è tenuta davanti alla sede portuale delle dogane

CAGLIARI. Manifestazione dei comitati pacifisti davanti alla sede portuale della dogane per ribadire l’assoluto dissenso alla fabbricazione e l’esportazione delle bombe Rwm prodotte a Domusnovas, ma anche per annunciare una richiesta di accesso agli atti al fine di tracciare il percorso degli armamenti che escono dallo stabilimento dell’Iglesiente.

"Vogliamo sapere – ha detto Angelo Cremone, leader del comitato Sardegna Pulita – dove vanno gli ordigni prodotti nella nostra terra, chi è l’utilizzatore finale". Una risposta che i pacifisti già conoscono perché documentata anche recentemente da immagini in un programma televisivo che ha mostrato resti di ordigni usati nei bombardamenti in Yemen, con visibile la targhetta metallica riportante l’attestazione di fabbricazione alla Rwm di Domusnovas. 

"Chiediamo alla politica la riconversione della fabbrica – ha aggiunto Cremone -, ma con un lavoro che dia vita e non morte" (l.on)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes