Forestale, 25 persone indagate per incendio in due mesi

Il consuntivo dal primo giugno al primo agosto nel solo Sud Sardegna

CAGLIARI. In due mesi, giugno e luglio, sono 25 le persone indagate per incendio, di cui diciassette per incendio colposo e otto doloso, un piromane è stato arrestato in flagranza, 49 le comunicazioni di reato inviate in Procura.

E’ il consuntivo dal primo giugno al primo agosto dell’ attività di controllo condotta dal Corpo forestale del servizio ispettorato di Cagliari per arginare il fenomeno degli incendi e per far rispettare le norme di prevenzione previste dal piano regionale antincendio. In tre mesi sono stati ispezionati 119 insediamenti turistici, controllata anche la rete viaria della provincia, circa 400 chilometri, per verificare la pulizia delle banchine stradali.

Complessivamente sono state elevate 44 sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 50mila euro, nei confronti di chi non ha rispettato la normativa. Sul fronte degli interventi operativi e di polizia giudiziaria in due mesi sono stati eseguiti 1.382 servizi e il personale del Corpo forestale è intervenuta per domare 932 roghi.

Fra le cause di incendio colposo si evidenziano l’imprudenza e l’imperizia, la perdita del controllo in operazioni di abbruciamento di stoppie, l’uso imprudente e inesperto di macchine operatici agricole, di barbecue e cucine in bosco, nonché di macchinari in grado di originare scintille. In quattro casi gli incendi sono stati innescati in prossimità di linee elettriche di media tensione.(luciano onnis)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes