Domusnovas, a rischio 200 lavoratori della Rwm

Lo stabilimento Rwm a Domusnovas

Chiesta la convocazione urgente di un tavolo con il governo

CAGLIARI. Convocazione urgente di un tavolo interministeriale con il Governo per scongiurare il licenziamento di 200 lavoratori della Rwm Italia, la fabbrica di bombe di Domusnovas, nel Sulcis. Lo chiedono le assessore del Lavoro e dell'Industria della Regione Sardegna, Alessandra Zedda e Anita Pili, «per porre al vaglio di tutti i soggetti coinvolti le possibili soluzioni per sbloccare le attività produttive dello stabilimento». L'attuale situazione «è fonte di preoccupazione poiché - spiegano le due esponenti della Giunta Solinas - il licenziamento dei lavoratori interesserebbe una zona della Sardegna, il Sulcis Iglesiente, già fortemente provata dalle crisi industriali del settore dell'alluminio e caratterizzata da un indice di povertà e disoccupazione tra i più alti d'Italia. Chiediamo quindi celerità di intervento da parte del Governo al fine di garantire tutela occupazionale per tante famiglie e una ripresa economica del territorio». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes