Il cardinale Becciu, mai manomesso i soldi destinati ai poveri

Cardinale, 'accuse infanganti che respingo in modo fermo'

ROMA. L'accusa che il cardinale  Angelo Becciu respinge con maggior forza è quella di "avermi dipinto come uno che ha giocato e manomesso i soldi dei poveri": lo ha riferito all'Ansa, aggiungendo che "in Segreteria di Stato avevamo un fondo intitolato: 'soldi dei poveri'. E ai poveri venivano destinati. Se invece per soldi dei poveri ci si vuole riferire all'Obolo di San Pietro, dobbiamo chiarirci. L'Obolo non è soltanto per la carità del Papa ma anche il sostentamento del suo ministero Pastorale".

In ogni caso, aggiunge, si tratta di "accuse infanganti che respingo in modo fermo e sdegnoso. Ho la coscienza a posto e so di aver agito sempre nell'interesse della Santa Sede e mai mio personale. Chi mi conosce da vicino lo può attestare".

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes