italia-mondo

Migranti, l'elemosiniere del papa: aprire le chiese

Il cardinale Krajewski accoglie i rifugiati arrivati da Lesbo


04 dicembre 2019


(ANSA) - FIUMICINO, 4 DIC - "Mi rivolgo ai cardinali, ai vescovi, ai presbiteri, ai religiosi: apriamo, a cominciare da me, le nostre canoniche, i conventi, i monasteri per ospitare ognuno almeno una famiglia dei campi profughi di Lesbo, per poterli svuotare tutti. Le risorse ci sono". E' l'appello lanciato dall'elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, accogliendo i 33 rifugiati arrivati oggi a Fiumicino dall'isola di Lesbo attraverso un corridoio umanitario. "A maggio nei campi c'erano 7000 persone; oggi ce ne sono oltre 15mila con 800 bambini non accompagnati. Non c'è così per loro speranza oggi. Si ferma in Grecia. Vivono in disagio e condizioni drammatiche. Un problema ed una vergogna per l'Europa. Il Papa ha a cuore tutto questo perché è puro vangelo.

Il prossimo è Gesù stesso", ha aggiunto il cardinale che lo scorso maggio fece parlare di sé quando riattivò la corrente in uno stabile occupato a Roma.

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.