Covid, Solinas a Sassari: "La Sardegna arancione è un paradosso, ci tuteleremo"

Il presidente Solinas a Sassari nella nuova terapia intensiva (foto Ivan Nuvoli)

"Inauguriamo qui una nuova Intensiva e presto anche al Binaghi di Cagliari eppure il ministero decide sui numeri dei posti letto". Nieddu: "Incomprensibile"

SASSARI. "Abbiamo già manifestato ieri 22 gennaio le nostre perplessità al ministro, speriamo in una rettifica oggi di questa decisione, altrimenti tuteleremo le ragioni della Sardegna in altre sedi". Così il governatore della Sardegna, Christian Solinas, sul probabile inserimento dell'isola in zona arancione.

"È un paradosso, siamo qui a inaugurare un nuovo reparto di terapia intensiva con 30 posti - dice Solinas a Sassari, al taglio del nastro del nuovo reparto di terapia intensiva dell'Aou - e altri 14 ce ne saranno disponibili tra qualche giorno al Binaghi. Questo mentre il ministero ha preso una decisione per superamento della percentuale dei ricoveri".

A sostegno delle dichiarazioni del presidente Solinas ci sono anche le parole dell'assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, che ribadisce: "È una decisione che non ci aspettavamo, tutto questo è davvero poco comprensibile". (Ansa).

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes