Usa: svolta sui nati all'estero da riproduzione artificiale

Sì a cittadinanza anche senza legame genetico con genitore Usa

(ANSA) - WASHINGTON, 18 MAG - Gli Stati Uniti garantiranno la cittadinanza americana ai bambini nati all'estero da genitori che sono ricorsi a tecnologie riproduttive artificiali, compresa la maternità surrogata. Lo ha reso noto il Dipartimento di stato, notificando al Congresso e alle varie sedi diplomatiche della svolta. La decisione permetterà sia alle coppie eterosessuali sia a quelle dello stesso sesso di trasferire la cittadinanza americana ai loro bambini, purchè almeno uno dei due genitori sia americano e il bambino abbia un legame genetico o gestazionale con almeno uno dei genitori, anche se non statunitense. Finora i bambini nati all'estero potevano ottenere la cittadinanza americana solo se avevano un legame genetico o gestazionale con un genitore americano. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes