Arrestato Tom Barrack, il miliardario amico di Trump ex proprietario della Costa Smeralda

Tom Barrack a Porto Cervo

E' accusato di lobbying sui Paesi del Golfo per influenzare il governo Usa

WASHINGTON. Tom Barrack, il miliardario grande amico e alleato di Donald Trump, dal 2003 al 2012 proprietario della Costa Smeralda, è stato arrestato dall'Fbi con l'accusa di aver fatto segretamente lobbying per alcuni Paesi del Golfo come l'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi, interessati ad influenzare la campagna presidenziale del tycoon e la sua successiva amministrazione dopo la vittoria alle presidenziali americane del 2016.

I fatti, su cui da tre anni indaga la procura di New York in seguito ai sospetti nati nel corso dell'inchiesta sul Russiagate, risalgono al periodo tra il 2016 e il 2018, con Trump che dopo la conquista della Casa Bianca nominò Barrack, da sempre uno dei suoi più stretti consiglieri, presidente del comitato inaugurale, quello addetto all'organizzazione della cerimonia dell'Inauguration Day, nel giorno dell'insediamento del nuovo presidente.

La cessione del consorzio Costa Smeralda alla Qatar Holding fu oggetto di indagine da parte della Procura di Tempio per sospetta evasione fiscale.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes