Egitto: superstrada minaccia la 'Città dei morti' al Cairo

Nuova arteria distruggerà migliaia di tombe protette dall'Unesco

(ANSA) - IL CAIRO, 15 GEN - Le autorità egiziane stanno progettando una superstrada che attraverserà la 'Citta dei morti', la necropoli più antica e più grande del Cairo protetta dall'Unesco, per smaltire il traffico nella capitale da oltre 20 milioni di persone.

I due principali cimiteri della megalopoli si irradiano verso nord e sud partendo da una cittadella centrale conosciuta come Al-Qarafa, appunto la Città dei morti, caratterizzata dalla coabitazione tra vivi e defunti, con case che sono sorte fra le tombe.

La costruzione della nuova autostrada comporterà la rimozione di migliaia di tombe di famiglia, comprese quelle di personaggi storici dell'arte, della letteratura e della politica egiziane.

Alcuni mausolei risalgono alla conquista araba, quindi a 14 secoli fa.

L'Egitto, sotto il presidente Abdel Fattah al-Sisi, è alle prese con massicci lavori pubblici supervisionati dalle Forze armate ed entro il 2024 circa 70 miliardi di dollari saranno stati spesi solo per i trasporti, come ha affermato di recente il ministro dei Trasporti. Molte delle iniziative rispondono a bisogni reali dopo decenni di investimenti insufficienti ma alcuni progetti hanno suscitato preoccupazione per la perdita di patrimonio culturale o la distruzione di spazi verdi già scarsi del Cairo. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes