italia-mondo

Ricorso Harry per scorta, alcuni documenti restano segreti

Alta Corte accoglie richiesta delle parti per sicurezza principe


24 marzo 2022


(ANSA) - LONDRA, 24 MAR - Alcune parti dei documenti nel ricorso avviato dal principe Harry contro l'Home Office per ottenere la garanzia di una scorta della polizia a tutela della sua famiglia in occasione dei futuri soggiorni in Gran Bretagna (pagandosela di tasca propria) restano segreti. Lo ha stabilito oggi l'Alta Corte di Londra.

In un'udienza preliminare tenuta il mese scorso, il tribunale aveva ricevuto la richiesta di entrambe le parti per mantenere private alcune parti degli atti giudiziari nel caso, soprattutto per le ragioni di sicurezza invocate dai legali del principe, che avevano raggiunto un sostanziale accordo col ministero dell'Interno. Harry, che aveva scelto lo strappo dalla famiglia reale e il traumatico trasferimento negli Usa con la consorte Meghan (perdendo di conseguenza la tutela degli agenti di Scotland Yard per i membri di alto rango della famiglia reale), vuole portare i suoi figli dagli Stati Uniti in patria, ma "non possono tornare a casa" perchè è troppo pericoloso, come hanno affermato i suoi avvocati, sottolineando che le guardie del corpo private americane del duca di Sussex non hanno un'adeguata giurisdizione all'estero e nemmeno l'accesso alle informazioni dell'intelligence britannica.

Come ha affermato il giudice Swift, il verdetto odierno "non entra nel merito" del caso legale avviato dal principe. (ANSA).

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.