SCEGLI L'EDIZIONE
L'oppositore Navalny rispedito in cella di punizione per aver condannato la mobilitazione di Putin

E’ la quinta volta in appena un mese e mezzo. Il trascinatore delle proteste anti-Cremlino era in collegamento video con il tribunale per una causa contro l'amministrazione del carcere a regime severo nel quale è detenuto per motivi politici, e che lui accusa di violare i suoi diritti

23 settembre 2022


 MOSCA.  Alexey Navalny era uscito ieri sera dalla cella di punizione, dove aveva trascorso gli ultimi 15 giorni. Stamattina c'è tornato di nuovo, per la quinta volta in appena un mese e mezzo. A raccontarlo è Kira Yarmish, la portavoce del più noto tra gli oppositori del Cremlino. E stavolta - sottolinea - il motivo del provvedimento è la sua dura condann...


In evidenza

Guardia costiera
La Maddalena, gommone contro gli scogli: 16enne grave trasportato in ospedale con l’elicottero


Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.