Coronavirus, Sanchez: “In Spagna 10 giorni di lutto nazionale e una cerimonia presieduta dal re in memoria delle vittime”

MADRID. Il governo spagnolo dichiarerà a partire da martedì il lutto nazionale per le vittime del coronavirus. Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez: «Abbiamo fermato tutti insieme la peggiore calamità del secolo. La sfida della ricostruzione è alle porte. A partire da martedì, il governo approverà la dichiarazione formale di lutto che durerà 10 giorni».

Le bandiere sventoleranno a mezz'asta, ed al lutto si aggiungerà un grande atto ufficiale presieduto dal re. Sanchez ha poi fatto appello all'unità nazionale: «I defunti meritano la nostra memoria, ma anche la nostra concordia, dovremo vivere insieme nello stesso paese che loro hanno costruito».

Sanchez ha anche annunciato che da luglio riprenderà l'ingresso dei turisti stranieri in Spagna dopo il lockdown per l'epidemia. La Spagna, insieme all'Italia, è stata tra i Paesi più colpiti dall'epidemia di Covid-19 in Europa, dopo la Russia e il Regno Unito: «La ripresa dell'arrivo di turisti stranieri avverrà in sicurezza», ha affermato.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes