Coronavirus, l’Ue dice sì alla Cina e ad altri 15 paesi per la riapertura delle frontiere. No agli Usa

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen

Si potrà viaggiare a partire dal 1° luglio. La competenza sull’ingresso ai confini resta comunque in mano a ciascuno Stato membro

WsStaticBoxes WsStaticBoxes