Muore Albino Bernardini maestro della pedagogia italiana

Albino Bernardini mostra la cittadinanza onoraria conferita dal Comune di Olzai

Nato a Siniscola, ha scritto "Le Bacchette di Lula" libro tradotto in 26 lingue e "Un anno a Pietralata" diventato poi un film di Vittorio De Seta

SINISCOLA. È morto questa mattina a Bagni di Tivoli (Roma) dove viveva, il maestro Albino Bernardini, autore del libro «Le Bacchette di Lula», tradotto in 26 lingue, e diventato uno dei capisaldi della pedagogia italiana. Nasce a Siniscola nel 1917 e dedica tutta la sua lunga vita allo studio della pedagogia.

Nelle «Le bacchette di Lula» c'è la sua esperienza di maestro elementare nella Lula povera e ignorante del dopoguerra. Un racconto che ha fatto scuola. Il suo insegnamento è stato quello di rompere metaforicamente le bacchette, spiegando agli alunni che non servono per educare.

Dalla Sardegna sbarcherà nella Penisola, a Bagni di Tivoli, dove si sposa e ha tre figli. Della sua esperienza come maestro elementare nel Lazio scriverà «Un anno a Pietralata», che è diventato più tardi un film di Vittorio De Seta. Fino allo scorso anno Bernardini trascorreva tutti i mesi estivi nella sua casa di La Caletta. I funerali del maestro sono previsti per domani a Bagni di Tivoli.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes