Da agente di commercio ad esperto asinoterapeuta

La scommessa di Andrea Mameli parte da un terreno di Preda Istrada «Ho cambiato vita e adesso lavoro con Camilla e aiuto tanti bambini e adulti»

NUORO. Camilla oggi non ne vuole sapere e se potesse, forse, lo raglierebbe al mondo in maniera ancora più evidente. Se ne sta lassù, a pochi metri dal suo amico Andrea Mameli che le sorride e cerca di attirarla a valle scuotendo un mazzo di chiavi, ma di scendere dalla montagnetta del terreno dove si è rifugiata, nel rione di Preda Istrada, non se ne parla nemmeno. «Eccola, fa così quando è “girata” – dice lui – mi tiene il muso da fine agosto, quando l’ho portata su al monte Ortobene per partecipare a un evento e per stare in mezzo ai bambini ma lei non aveva alcuna intenzione di salire. E si è offesa. È per questo che mi piacciono gli asini e che mi piace lavorare con loro in questa avventura dell’asinoterapia: perché sono autentici, se gli piaci, gli piaci, se non vogliono collaborare non collaborano. E basta. Mi piace anche che a volte Camilla mi faccia fare davvero delle grandissime figuracce».

Quando racconta di Camilla, asina sarda residente a Preda Istrada e star incontrastata di tanti incontri di “pet-therapy” con bambini e adulti, Andrea Mameli, 44 anni, selargino trapiantato a Nuoro per amore, ha il sorriso di chi sa di aver intrapreso la strada giusta nella vita. «Lavoro con gli asini da qualche anno – racconta – ma per venti ho fatto l’agente di commercio e ho girato la Sardegna per vendere libri. Stavo bene, ho studiato Lettere e a gennaio prenderò la seconda laurea in Psicologia, ma a un certo punto avevo bisogno di cambiare qualcosa nella mia vita ed è così che la mia strada si è incrociata con quella degli asini. Da un anno e mezzo, infatti, coordino l’associazione regionale “Asini si nasce ... e io lo nakkui”, scritto proprio così, con due “k”, e da allora ho seguito diversi corsi di “pet-therapy”, per imparare a lavorare con gli animali e grazie a loro aiutare bambini e adulti a stare bene, a recuperare la serenità e la concentrazione, a liberarsi di paure e difficoltà». E così racconta, Andrea Mameli, racconta delle sue giornate ricche di progetti, animali, e tante persone da ascoltare e aiutare con questa forma nuova di aiuto che ben si sposa con il suo lavoro di “counselor”, una sorta di professionista dell’ascolto. «Da quando ho cominciato mi stanno contattando tante persone – spiega – anche attraverso la pagina Facebook “Asini si nasce coordinamento Sardegna”. Mi contattano genitori di bambini iperattivi, di giovani affetti da autismo, persone con qualche difficoltà ma anche mamme e papà che vogliono che i loro piccoli imparino la lezione che tutti gli animali offrono». «In genere – continua Andrea Mameli – lavoro con piccoli gruppi. Li faccio venire qui, dove vive Camilla, ci spostiamo in un prato vicino, e poi, per gradi, comincio con loro il percorso di avvicinamento e di fiducia nell’animale. Non esiste un incontro standard perché l’asino, di suo, è imprevedibile ma assolutamente autentic. Questa è la sua caratteristica che preferisco. E poi è curioso ed è abituato da sempre a collaborare con l’uomo. In genere il percorso dura una decina di incontri e ognuno di questi garantisce a chi lo segue un’oretta di benessere. Sono stati documentati anche benefici in termini di concentrazione e non solo».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes