Servizi culturali in rete, oggi l’incontro

Orotelli, l’iniziativa del Gal vedrà coinvolti i sindaci di sette comuni del territorio

OROTELLI. Si tiene oggi, giovedì 14 marzo, a Orotelli, nella sede del Gal Barbagia con inizio alle 18, il quarto incontro di animazione con gli operatori culturali del territorio per discutere la bozza del progetto preliminare relativa al bando “Costruire la rete degli operatori per gestire i servizi culturali con l’utilizzo di nuove tecnologie”. All’incontro, al quale saranno presenti i sindaci dei sette comuni del territorio che fanno parte del Gal Barbagia (Fonni, Mamoiada, Oliena, Orani, Orgosolo, Orotelli, Ottana) e il presidente dell’ente sovracomunale, l’imprenditore di Oliena Paolo Puddu, sono stati invitati a partecipare gli operatori culturali del territorio e i rappresentanti delle imprese, delle istituzioni, delle associazioni e degli enti pubblici.

«Il bando – spiega Paolo Puddu – intende sostenere interventi per rafforzare la cooperazione fra gli operatori culturali dell’area Gal, per progettare e gestire servizi in rete e organizzare eventi. La rete tra gli operatori culturali rappresenta uno dei tre principali pilastri del Piano di azione del Gal Barbagia, che sosterrà in seguito anche interventi nel campo dell’agroalimentare e dell’artigianato». Il bando finanzierà, in un unico progetto di rete fino a un massimo di 200mila euro, le seguenti attività: animazione territoriale per coinvolgere e aggregare gli operatori culturali; costituzione e strutturazione della rete culturale territoriale; progettazione di software innovativi e di programmi informatici e applicativi per smartphone e dispositivi portatili e, infine, l’organizzazione di eventi promozionali in sinergia con gli operatori territoriali degli altri settori economici del territorio e in collaborazione con i sette comuni dell’area Gal Barbagia. Il progetto preliminare proporrà l’organizzazione di una serie di eventi che hanno l’obiettivo di promuovere la cultura, le tradizioni e il folklore del territorio attraverso l’utilizzo delle arti visive, performative e letterarie. La rete è ancora aperta a nuove adesioni e avrà come capofila la Fondazione Nivola di Orani. Finora hanno aderito al bando la compagnia teatrale di Ottana I Barbariciridicoli, la Fondazione Cambosu di Orotelli, la cooperativa Viseras di Mamoiada, l’associazione culturale Brathallos di Fonni, l’associazione maschere etniche Sos Thurpos di Orotelli, l’associazione culturale Urtos e Buttudos di Fonni, l’associazione Murales di Orgosolo e i sette comuni del territorio del Gal Barbagia. La bozza del bando è sul sito www.galbarbagia.it.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes