Ricatto hard sui social, un artigiano di Nuoro si toglie la vita

L'ospedale San Francesco

L'uomo si è suicidato in ospedale. Sul suo profilo Facebook aveva denunciato l'intera vicenda

NUORO. Ci sono storie che a raccontarle si incespica sulla tastiera. Morire perché diventa intollerabile sopportare la pressione del ricatto via social, di chi per fare cassa approfitta del momento di debolezza che tutti possono avere. La trappola delle foto hard, che diventa tentativo di estorsione sul web: questa terribile ragnatela sembra aver avviluppato la vita di un artigiano nuorese di 50 anni, che ieri mattina è morto nel reparto di Rianimazione dell'ospedale San Francesco.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes