Attentato in pieno centro, auto data alle fiamme

La macchina è di un piccolo imprenditore edile. Parcheggiata in via Veneto, boato udito in mezza città

NUORO. All’una di notte, gli abitanti della zona compresa tra via Veneto e le Grazie, sono stati svegliati dal boato dei vetri di due auto andati in frantumi, a causa dell’incendio appiccato a una macchina e poi esteso all’altra, parcheggiata vicino. Le fiamme sono state appiccate a una Opel Corsa parcheggiata in via Veneto, sul lato opposto rispetto all’ingresso delle scuole elementari e non lontano da dove fino a poco tempo fa c’era il Comando della polizia locale. L’auto è di Giovanni Antonio Bersano, 62 anni, piccolo imprenditore edile. Il fuoco si è esteso anche all’auto che precedeva la Opel, una Kia, danneggiata nella parte posteriore. Il calore ha anche provocato la rottura delle vetrine di un negozio.

In tanti, allarmati dal rumore dei vetri e dalla colonna di fumo che si è levata da via Veneto, hanno avvisto polizia e carabinieri e i vigili del fuoco. I pompieri in pochi minuti hanno avuto ragione delle fiamme. Sul luogo non sono stati trovati contenitori di liquidi infiammabili, ma secondo i vigili dalla dinamica è evidente che siano stati utilizzati degli acceleranti, come ad esempio la benzina.

Il boato ha spaventato un giovane extracomunitario che dormiva nel cortile della scuola. Si è allontanato per le vie di Seuna, ma è stato rintracciato. Non sarebbe coinvolto nell’accaduto. Nella zona ci sono molte telecamere, attraverso le quali le forze dell’ordine potrebbero ottenere elementi utili per individuare l’autore del gesto.(si.se.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes