Focolaio di scrapie, gregge da abbattere  a Noragugume

Il caso è stato accertato nelle campagne del paese. Il sindaco ha disposto la macellazione di 112 pecore

NORAGUGUME. Verranno abbattuti i capi ovini che sono risultati infetti da scrapie. Il sindaco di Noragugume Federico Pirosu ha firmato una ordinanza (la numero 7 dell'8 agosto) con la quale dispone l'abbattimento e la distruzione degli animali che hanno contratto la malattia. Il focolaio era stato individuato nel mese di giugno in un’azienda in località “Baccarzos”, nelle campagne del paese. Gli accertamenti successivi eseguiti nei laboratori della Assl di Nuoro hanno confermato la presenza del morbo per cui si è reso inevitabile il provvedimento del primo cittadino che ha disposto il sequestro dei capi e la conseguente macellazione e sorveglianza sanitaria.

L'ordinanza riguarda 112 capi ovini appartenenti ai genotipi sensibili alla scrapie. Disposta la disinfezione periodica delle aree di stabulazione degli animali con ipoclorito di sodio al 2% o con idrossido di sodio. Il latte ottenuto dagli animali destinati alla macellazione potrà essere somministrato ai piccoli ruminanti all'interno dell'azienda medesima; in alternativa, qualora non sia possibile tele utilizzo, esso dovrà essere distrutto. In seguito alla macellazione degli animali, è prescritta la disinfezione dei locali e attrezzature. Certo è che il focolaio venuto alla luce nelle campagne di Noragugume ha suscitato qualche preoccupazione fra gli allevatori del territorio. Anche perché c'è la paura che possa verificarsi quanto accaduto negli anni scorsi. Una decina di anni fa nelle campagne del Marghine si registro una altissima incidenza della malattia conosciuta anche con il nome di pecora pazza. Nel 2011 sul territorio nazionale vennero accertati 72 focolai casi di scrapie. Di questi ben 52 focolai (circa il settanta per cento dei casi) sono stati individuati in Sardegna con una elevata concentrazione nelle campagne del Marghine, Meilogu e del Goceano. La scrapie è una malattia contagiosa che colpisce il tessuto nervoso. È causata dal prione, una proteina che normalmente è presente nell animale sano e che subisce un alterazione. Nel 2011 nel Marghine vennero accertati 23 casi di pecora pazza che portarono all’ abbattimento di oltre capi ovini. I centri più colpiti sono stati quelli di Macomer, Bolotana, Silanus, Sindia, Bortigali, Lei, Dualchi e Noragugume.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes