Mercatino, aumentano i controlli anti-Covid

Bosa, il sindaco autorizza i vigili urbani a collaborare con i barracelli per vigilare sulle regole

BOSA. Ulteriore giro di vite del sindaco di Bosa per imporre il rispetto delle norme anti Covid-19 nel mercatino del martedì. Il primo cittadino rende nota una missiva che da ulteriori indicazioni ai vigili urbani, che potranno avvalersi della collaborazione dei barracelli di Bosa, e ai titolari dei posteggi di vendita. «Le cose sono migliorate, ma in tanti continuano a ignorare le regole. Serve quindi maggiore collaborazione, altrimenti siamo al limite di una possibile chiusura o comunque di grandi cambiamenti» afferma Casula nel commentare la lettera. Il mercatino del martedì è da decenni un punto di riferimento nella città del Temo per ambulanti, cittadini e nei mesi estivi anche tanti turisti. Un’attrattiva insomma, che però pone evidentemente una serie di problematiche in tempi di allerta sanitaria per il Covid-19.

Già la scorsa settimana il sindaco aveva chiesto una intensificazione dei controlli da parte dei vigili, ma «Nonostante l’imponente servizio molti operatori hanno continuato martedì scorso a non osservare rigorosamente quanto stabilito dall’ordinanza del 6 giugno scorso – premette il sindaco. Che chiede di – Intervenire senza indugi nel reprimere ulteriori comportamenti» evidentemente non in linea con le disposizioni comunali. «Non potranno essere tollerate situazione che non impediscano ai clienti di toccare la merce in vendita o, ancora peggio, girare tra i banchi all’interno degli stand» le situazioni riscontrate. Agli operatori Casula chiede quindi di far rispettare le regole agli acquirenti, mentre la comandante della polizia municipale viene autorizzata a «coinvolgere la compagnia barracellare per il controllo delle attività» concordando le azioni necessarie a garantire il rispetto delle disposizioni.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes