Flussio, marciapiede rimesso a nuovo

Intervento nella strada principale, le radici degli alberi lo hanno distrutto

FLUSSIO. Aperto il cantiere nei giorni scorsi, la ditta che ha vinto l’appalto per la riqualificazione del tratto di marciapiede a lato della strada principale di Flussio in direzione di Tinnura dà avvio ad una delle opere pubbliche certamente attese nel piccolo paese della Planargia. «Le radici degli alberi avevano creato non pochi problemi di umidità alle abitazioni e addirittura cambiato la pendenza del marciapiede, con l’acqua piovana che scorreva in direzione delle case e non verso la strada e la rete di smaltimento delle acque bianche. Grazie a questo intervento di riqualificazione questa situazione sarà finalmente risolta», commenta il sindaco Nino Todaro, che annuncia anche altri interventi in tema di lavori pubblici. Nelle aiuole di via Nazionale, nella prima metà degli anni ‘90 vennero piantati degli alberi per abbellire la zona. Col tempo però, spiega il sindaco Todaro, le radici sollevarono l’impiantito, causando seri problemi alle abitazioni vicine. «Tanto che qualche anno fa fummo costretti al taglio degli alberi, ed a predisporre un nuovo progetto di sistemazione e di nuova piantumazione, con delle soluzioni che possano evitare in futuro il ripetersi dei problemi». I lavori prevedono quindi lo smantellamento del marciapiede e la realizzazione, dove poi saranno collocate le nuove piante, di gabbie perimetrali in cemento che spingeranno le radici a crescere solo in profondità e non superficialmente. Tra gli altri lavori in programma a Flussio, a metà settembre la posa di nuovo bitume in diverse vie del centro abitato non ancora asfaltate. Verrà inoltre riqualificato, con 100mila euro, l’impianto elettrico del belvedere messo fuori uso dall’azione dei roditori.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes