Sostegni alle imprese private, dal Gal arrivano 850mila euro

BITTI. Il Consiglio di amministrazione del Gal Nuorese Baronia ha approvato tre nuovi bandi rivolti alle imprese private. Sono misure pensate per favorire interventi mirati alla creazione di nuove...

BITTI. Il Consiglio di amministrazione del Gal Nuorese Baronia ha approvato tre nuovi bandi rivolti alle imprese private. Sono misure pensate per favorire interventi mirati alla creazione di nuove imprese turistiche, potenziare imprese già esistenti in chiave innovativa nello stesso settore, per piccoli interventi di adeguamento di imprese artigiane, commerciali, somministrazione cibi e bevande e ristorazione. Le domande potranno essere inoltrare sino al 30 ottobre. Si tratta di circa 850mila euro in totale, per ottenere i quali sono partiti gli incontri preparatori. Il primo appuntamento si è svolto ieri a Bitti, nella sede in via Deffenu, ma a seguire gli stage coinvolgeranno tutti i 10 comuni che insistono nel territorio del Gruppo di azione locale. Oltre Bitti, i paesi di Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orune, Osidda, Posada e Torpè. La modulistica è disponibile in versione integrale sul sito web galnuoresebaronia.it. Si tratta comunque solo delle ultime misure adottate dal Gal, che, rispetto ad altri della Sardegna, è stato uno dei pochi a reagire immediatamente e affrontare l'emergenza Covid-19 mettendo in atto diversi strumenti, sia per il privato che per il pubblico. Come quello di 345mila euro, già andato in porto, e destinato a tutti i 10 comuni per itinerari turistici. Altri 800mila euro hanno rimpinguato le casse di quattro comuni per la misura “Porte di accesso al turismo”. A Bitti per la sistemazione del vecchio museo; Osidda per la costruzione de “La casa sull'albero”; Posada per il castello della Fava; Orune per l'area museale. Un ulteriore bando ha distribuito 363mila euro, che sono andati a imprese private. Il primo a Lula per il Mac, museo di arte contemporanea che sorgerà in uno stabile del contro storico, e l'altro a Torpè per la creazione di un centro benessere. Su queste misure rimangono inoltre ulteriori 270 mila euro da istruire, sempre settore privati. Il Gal Nuorese Baronia è stato inoltre coinvolto in altri due progetti, in questo caso di cooperazione, che hanno potuto usufruire di risorse per un totale di 160mila euro. Per quello denominato “Cammini religiosi” si interfaccerà con il Gruppo di azione locale di Sarcidano-Barbagia Seulo e Ogliastra. Nell'altro progetto, che andrà a sostenere le produzioni agroalimentari del territorio, l'interscambio di competenze avverrà con il Gal del Sulcis e produttori provenienti dalla Francia e dal Portogallo. In tutto si tratta di 2 milioni e 790mila euro, una importante boccata d'ossigeno per le imprese del territorio.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes