Contro le povertà educative si punta su cultura e ambiente

NORAGUGUME. Anche il piccolo centro del Marghine aderisce al progetto “Felici avventure” emanato dalla presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le politiche della famiglia, per il...

NORAGUGUME. Anche il piccolo centro del Marghine aderisce al progetto “Felici avventure” emanato dalla presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le politiche della famiglia, per il finanziamento di progetti per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali e educative di persone minorenni. Il consiglio comunale ha deliberato l’adesione al bando che prevede interventi nei settori della cultura, arte e ambiente. Il comune di Noragugume si aggiunge agli altri centri della Sardegna (Banari, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè, Onifai, Orosei, Sorradile) che hanno approvato lo schema di convenzione. Con il progetto “Felici avventure” sarà possibile far conoscere ai partecipanti il patrimonio artistico, culturale e ambientale del territorio di appartenenza, favorire il riconoscimento delle nuove generazioni del valore archetipico e comunitario delle radici culturali di appartenenza, attivare modalità innovative di valorizzazione del luogo individuato, per esempio redigendo una guida rivolta ai bambini, realizzando un gioco che parla del luogo, utilizzando tecniche multimediali. Si potrà così stimolare una riflessione sulla sostenibilità ambientale e sulla salvaguardia dei luoghi oggetto del percorso. L’attività prevede la partecipazione di ragazzi e ragazze indicativamente della fascia di età compresa tra i 15 sino e i 18 anni da compiere, con una particolare attenzione a persone che hanno vissuto o vivono una condizione di disagio e svantaggio sociale. (t.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes