Il cemento di Siniscola parla in sardo

Lo slogan promozionale del nuovo prodotto dalla Buzzi Unicem

SINISCOLA. Novità, anche linguistiche, dalla zona industriale di Siniscola. Lo stabilimento Buzzi Unicem ha lanciato sul mercato una nuova formulazione del cemento Portland Cem II/B–LL 32,5 R con uno slogan in sardo. Il prodotto, spiegano dall’azienda, «è nato dal perfezionamento di una formula già impiegata in passato e utilizza calcare a km zero riducendo notevolmente le emissioni di Co2 legate al trasporto delle materie prime». E la lingua sarda? «La volontà – aggiungono dalla Buzzi – di sottolineare il legame con il territorio e la salvaguardia dell’ambiente ha spinto l’azienda a sensibilizzare tutti i dipendenti su questa iniziativa, coinvolgendoli in un progetto di comunicazione interna, che si è tradotto in un concorso a premi. L’obiettivo del concorso prevedeva di connotare in maniera originale il nuovo sacco introducendo nel packaging uno slogan in lingua sarda per dare valore al rapporto con il territorio e alla tradizione dell’isola. La frase vincente “Lea a mie ca so sardu che a tie” (compra me che sono sardo come te) è stata selezionata tra le molte proposte ricevute perché ha saputo tradurre efficacemente un messaggio sincero e genuino ed è stata stampata sul frontespizio del sacco». La Buzzi Unicem ha espresso soddisfazione per la partecipazione dei dipendenti a «questa iniziativa che conferma ulteriormente la politica dell’azienda in ambito sostenibile e a tutela delle comunità locali. Il nuovo sacco di cemento sarà presto sul mercato regionale e potrà essere apprezzato da tutti coloro che, pur continuando a guardare alla qualità, hanno anche un occhio di riguardo a nuove soluzioni più responsabili». (m.p.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes