Muore per Covid un 78enne: accertati 7 nuovi casi positivi

SINDIA. I numeri resi noti nel primo pomeriggio nel consueto report diffuso quasi quotidianamente dagli uffici comunali per tenere informati i cittadini sull’andamento del contagio da Covid 19 a...

SINDIA. I numeri resi noti nel primo pomeriggio nel consueto report diffuso quasi quotidianamente dagli uffici comunali per tenere informati i cittadini sull’andamento del contagio da Covid 19 a Sindia avevano fatto intravvedere un barlume di luce in fondo ad un tunnel in cui ci si era ritrovati, in maniera improvvisa e tutto sommato inaspettata, da ormai due settimane. Nelle ultime 48 ore, infatti, erano state accertate “solo” sette nuove positività a fronte di un cospicuo numero di tamponi, con un tasso notevolmente inferiore rispetto a quello altissimo riscontrato in tutte le giornate precedenti.

Segnale forse, anche se nessuno si faceva illusioni in merito, di un trend finalmente in calo e di una diffusione del virus destinata a rientrare in canoni più ordinari.

Nel tardo pomeriggio, a fare ripiombare il paese nel lutto e nel dolore, è, però, giunta, la notizia di un nuovo decesso: quello di un pensionato di 78 anni, ex allevatore, che non è riuscito a vincere la battaglia con il virus maledetto, che lo aveva costretto al ricovero in ospedale una decina di giorni fa dopo che le sue condizioni di salute si erano improvvisamente aggravate.

La notizia della scomparsa dell’uomo, conosciuto da tutti e stimato, si è diffusa a Sindia in un battibaleno ed ha suscitato una ondata di commozione mista a paura per una situazione che continua ad essere difficilissima. A contribuire a rendere il quadro ancora più doloroso la circostanza che anche la moglie del pensionato scomparso si trova ricoverata in ospedale, anche lei alla prese con il Covid 19.

Nell’arco di soli cinque giorni, quello di ieri, è il secondo caso di decesso legato al virus che si registra a Sindia. Sabato scorso a perdere la vita, sempre in ospedale, era stato un altro pensionato di 73 anni.

Attualmente i positivi al Covid 19 sono 97, mentre il numero dei ricoverati in ospedale è di sei. Le persone in quarantena fiduciaria sono 113. Per i prossimi giorni, non è stata ancora ufficializzata la data ma si ipotizza il 28 marzo, è in programma uno screenning che si terrà in un’area attrezzata allo scopo individuata all’esterno del centro servizi di San Demetrio. Quello che è certo è che la fine del tunnel è ancora lontana.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes